Adsense

sabato 27 dicembre 2008

Oggi parliamo di: Zenzero


Lo zenzero fresco è una spezia vasodilatatrice dal sapore forte ed è uno degli ingredienti tipici della cucina asiatica. La parte commestibile di questa pianta tropicale non è propriamente la radice, ma il rizoma. Benché anche lo zenzero disidratato mantenga gran parte delle proprie proprietà terapeutiche, è meglio usare quello fresco.

Molto usato nei Paesi anglosassoni per i dolci natalizi energizzanti. In Oriente, invece, lo zenzero ha reputazione millenaria di pianta capace di favorire la circolazione dell’energia e di rinforzare la vitalità.

In India è la regina delle spezie (è l’ingrediente base del curry) e una “medicina universale”. E’ anche molto apprezzato dai macrobiotici e nella cucina giapponese. Un po’ in tutto il mondo la tradizione popolare lo raccomanda come afrodisiaco.

Proprietà terapeutiche:
1. Previene la nausea e la cinetosi: lo zenzero è efficace quanto i farmaci convenzionali nella prevenzione dalla nausea e della cinetosi (mal d’auto e di mare), ma non la combatte se già in atto. È sconsigliato l’uso a dosi terapeutiche contro la nausea in gravidanza.

2. Antitrombotico: secondo i test, lo zenzero è più efficace dell’aglio e della cipolla nel prevenire la formazione di trombi, che causano ictus e infarto.

3. Contro tosse e raffreddore: ha azione vasodilatatrice e stimolante della circolazione, permettendo all’organismo di eliminare muco e catarro.

4. Allevia i dolori reumatici, indolenzimenti e tumefazioni: uno studio condotto in Danimarca nel 1992 ha confermato l’uso tradizionale ayurvedico dello zenzero contro reumatismi e artrite. Non sono stati rilevati effetti collaterali. Ciò è possibile, forse, perché blocca le sostanze che causano le infiammazioni.

Quanto mangiarne:
le quantità di zenzero fresco e disidratato usate normalmente in cucina sono sufficienti per avere effetti benefici. Basta 1 grammo di zenzero disidratato o un pezzetto di quello fresco o conservato per evitare il mal d’auto o di mare.

Contro i dolori reumatici, mangiatene 50 grammi cotto o 5 grammi fresco crudo al giorno per almeno 3 mesi.

Se consumato in eccesso può causare irritazione all’uretra: in questo caso riducetene la quantità.

Cucina e consumo:
il profumo e l’aroma dello zenzero danno un tocco piccante ai curry, ai fritti, a molti piatti di pesce cinesi e ad altri piatti invernali per scaldarsi, come gli sformati, le torte e i punch di whisky caldi.

Lo zenzero si associa bene ad alcuni frutti: melone, pere, banane e pesche. Ottimo anche con il gelato.

Scelta e conservazione:
avvolgete e conservate lo zenzero fresco nel frigorifero per impedire che si asciughi o si ammuffisca: si conserva per alcune settimane. Si conserva bene anche nel freezer.

Per non disperdere l’aroma di quello disidratato acquistatene poco e conservatelo in contenitori ermetici (in luogo scuro e fresco).

mercoledì 24 dicembre 2008

Buon Natale

Ti giunga il mio migliore Augurio di un Sereno Natale e che il 2009 possa riservarti tutte le cose belle che desideri.

Anche se con la cucina naturale non c'incasta nulla, Ti regalo un pensiero bellissimo.
Giancarlo Fornei

“Fare tutto ciò che posso è normale, fare al di là delle mie capacità è una sfida, dove finiscono le mie capacità comincia la mia fede ed una forte fede vede l'invisibile, crede l'incredibile e riceve l'impossibile”

Daisaku Ikeda, filosofo e maestro buddista, educatore, scrittore…

mercoledì 17 dicembre 2008

La lotta ai tumori comincia a tavola, con una buona alimentazione

Olio extravergine, fagioli e ceci per combattere i tumori

La lotta ai tumori comincia a tavola. Il menù con degli alimenti con proprietà anti-cancro si allunga ancora: olio extravergine d’oliva, ma anche fagioli e ceci. Lo rivela uno studio condotto dall’equipe dell’endocrinologa Maria Luisa Brandi, nei laboratori del dipartimento di Medicina interna dell’Università di Firenze, che lascia ben sperare.

Dopo essere state trattate con questi alimenti, le cellule malate hanno rallentato sensibilmente lo sviluppo. Ad illustrare i risultati ottenuti è la stessa Brandi, intervenuta ad un convegno scientifico sui prodotti tipici, organizzato dal Centro di Ricerca e Valorizzazione degli Alimenti (Cera) che fa capo all’ateneo fiorentino.

Fonte: QN 11 Dicembre 2008.

martedì 9 dicembre 2008

Frittlon

Questo è il “FRITTLON”, un piatto invernale a base di farina di castagne, suggerito da Nonna Sara, la nonna di Fabio Bertolucci, il produttore della Marocca di Casola, in Lunigiana.

Dose per 4 persone:
½ kg di farina di castagne;
½ l di latte;
1 bicchiere d’acqua;
olio d’oliva e sale q.b.

Preparazione:
mescolare farina di castagne, latte, acqua, sale fino ad ottenere un composto cremoso. Versare nella teglia precedentemente unta con olio e cuocere in forno a legna per circa un’ora a 170 gradi.

giovedì 4 dicembre 2008

Insalata di pomodori e germe di grano

· 600 gr. di pomodori a fette;
· 100 gr. di germe di grano;
· 50 gr. di semi di lino dorati e pestati;
· 100 ml. di yogurt naturale magro;
· 3 cucchiai di aceto di riso;
· 120 ml. di latte scremato;
· 3 cucchiai di erbe fresche (basilico, prezzemolo, origano, ecc.);
· 1 cucchiaino di miele (a piacimento).

Preparazione:
disponete le fette di pomodoro in un’insalatiera, unite gli altri ingredienti e mescolate con cura. Assaggiate e aggiungete il miele (se volete). Servite subito.

Nota Bene
I semi di lino e il germe di grano rendono croccante e dolce questa insalata. È ricca di vitamina E e di acidi grassi omega-3.

lunedì 1 dicembre 2008

Tre tipi diversi di cottura

Oggi Ti parlo di tre diversi tipi di cotture, tutta salute, in piena sintonia con la cucina naturale: perché i cibi, cuocendo nel loro sugo, mantengono inalterate le loro proprietà e il loro gusto.

Cottura al cartoccio:
in apparenza sembra semplice: un foglio di alluminio come base e, sopra, l’alimento destinato a cuocervi dentro (pesce, pasta, riso, pollo, coniglio, ecc.), si avvolge il tutto nell’involucro, accartocciandolo per bene e via in forno per il tempo occorrente.

In realtà gli accorgimenti da osservare perché il piatto riesca con successo sono diversi. Un accorgimento da tener presente è non posare direttamente il cartoccio sulla placca del forno, fidandosi della resistenza dell’alluminio che invece, sottoposto a un calore così diretto, può decidere di lasciarci con il cartoccio in mano e il cibo disperso sul fondo del forno.

Occorre sempre posare l’involucro su un piatto da portata che possa andare in forno, e si possa perciò ritirare a cottura ultimata senza sottoporlo a choc termici. Si può cuocere la pasta, che ovviamente andrà prima cotta al dente, soprattutto se si tratta di formati “robusti” come rigatoni o penne; si scola, si condisce velocemente con condimenti crudi e poi via in forno bene avvolta nell’alluminio, per 10 minuti.

Il riso (lo si può mettere a “crudo” assieme agli altri ingredienti) per 35 minuti in forno preriscaldato a 180°. I dolci, soprattutto quelli a base di frutta, che così cuociono senza disperdere nemmeno un briciolo del loro sapore di partenza, senza annacquarsi, anzi arricchendosi degli ingredienti che si aggiungono come uvetta, marmellata, nocciole tritate, ecc.

Il pesce che è il protagonista assoluto della cottura al cartoccio, perché solitamente non esige cotture prolungate (circa 20 minuti). La carne (circa 20 minuti). Quando la preparazione è già ricca di liquido per conto suo (tipo le pastasciutte) basta versarla direttamente sul foglio così com’è; ma se è una preparazione asciutta (come hamburger e petti di pollo) è consigliabile prima oliare l’alluminio per evitare la possibilità di attaccamento.

Cottura al sale:
assolutamente priva di grassi. Per realizzarla, si utilizza di solito l’apposito recipiente ovale di argilla, con coperchio, ma si può praticare benissimo in una comune casseruola, basta mettere uno spesso strato di sale grosso da cucina sul fondo, posarvi sopra la carne o il pollo, poi versare ancora altro sale che colmi gli spazi tra carne e lati della casseruola, e coprire bene anche sopra (in tutto non più di 2 kg. di sale grosso).

Quando è passato il tempo di cottura basta rompere lo strato di sale per trovarvi dentro un fragrante arrosto cotto a puntino e assolutamente non salato.

Cottura in sacchetto:
è un’altra proposta per cucinare in modo sano e senza grassi carne, pesce, verdura (tagliata a rondelle). Tra i sacchetti da forno in commercio, particolarmente indicati quelli di Cuki e di Domopak, aziende specializzate in questo tipo di cotture salutistiche (molto resistenti e a prova di strappo).

La cottura in sacchetto può essere effettuata sia in forno che in acqua, permettendo di ridurre notevolmente l’uso di condimenti e grassi. Questi speciali sacchetti trasparenti – di un materiale rigorosamente approvato da un decreto ministeriale, che lo ha giudicato idoneo a venire a contatto con sostanze alimentari – venduti con gli opportuni legacci di chiusura, possono essere utilizzati sia in forno che direttamente sul fornello, posti all’interno di una capiente casseruola.

Al forno, si scalda il forno a circa 220°; nel frattempo si infila nel sacchetto la carne o il pesce, con le verdure, si chiude con il legaccio e nella parte superiore del sacchetto si praticano 5/6 fori, si mette il tutto nella teglia e via in forno, avendo cura che il sacchetto non venga a contatto con le pareti o con le resistenze del forno. Il grado di cottura è facilmente controllabile attraverso la trasparenza del sacchetto.


Quando si tratta di pollo, e non si vuol rinunciare al piacere “tutto estetico” della doratura, basta tagliare il sacchetto nella parte superiore, negli ultimi dieci minuti di cottura, per ottenere la coloritura. La carne con questo tipo di cottura rimane più tenera perché avviene a calore relativamente basso, giovando anche al sapore.

In casseruola, con lo stesso tipo di sacchetto si può anche bollire, evitando così il disperdersi nell’acqua dei preziosi valori alimentari: si chiude con il laccio, in modo non ermetico, e lo si colloca in una pentola piena a tre quarti di acqua in ebollizione (in questo caso non sono necessari i fori sul sacchetto).

È consigliabile lasciar sporgere dalla pentola l’estremità del sacchetto (tenendola ferma con il coperchio) e ridurre leggermente la fiamma. Al termine della cottura lasciar riposare per qualche minuto il sacchetto prima di aprirlo.

lunedì 10 novembre 2008

Torta di carote

Ingredienti:
· 200 g. di carote;
· 200 g. di mandorle spellate;
· 200 g. di zucchero integrale;
· 20 g. di fecola di patate;
· la scorza di ½ limone;
· 3 tuorli d’uovo;
· 4 albumi d’uovo;
· 2 cucchiai di rum;
· sale;
· burro e farina per la tortiera;
· zucchero a velo per guarnire.

Preparazione:
lavate, raschiate e grattugiate le carote; tritate finemente le mandorle.

Montate gli albumi a neve soda con un pizzico di sale e incorporatevi delicatamente lo zucchero, le carote, le mandorle, la fecola, il rum, la scorza di limone grattugiata e un tuorlo d’uovo per volta, amalgamando con movimenti circolari e morbidi per non smontare gli albumi.

Versate il composto in una tortiera imburrata e infarinata; cuocete per 40 minuti nel forno preriscaldato a 180° C. Spolverizzate la torta con zucchero a velo e servite.

sabato 8 novembre 2008

Castagnaccio

Ingredienti (per 8 persone):
· 300 g. di farina di castagne;
· ½ d’acqua;
· 40 g. di pinoli;
· 60 g. di uvetta sultanina;
· un rametto di rosmarino;
· 6 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva;
· sale q.b.

Preparazione:
setaccia la farina, versala in una zuppiera e diluiscila con l’acqua fredda fino a ottenere una pastella abbastanza liquida. Aggiungi 4 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva, un pizzico di sale e l’uvetta (fatta rinvenire in acqua tiepida).

Versa l’impasto in una teglia precedentemente unta con un po’ d’olio e cosparci la superficie di pinoli e rosmarino. Condisci con l’olio rimasto e passa in forno caldo a 200° per circa mezz’ora.

Il castagnaccio è pronto quando ha la superficie croccante e screpolata.

martedì 4 novembre 2008

Muffin integrali all'avena

Ingredienti per 12 muffin:
· 25 gr. di zucchero (facoltativo);
· 125 gr. di avena integrale;
· 2 cucchiaini di cannella in polvere;
· 2 cucchiaini di lievito;
· 175 gr. di mele;
· 1 striscia di scorza di limone (non trattato);
· 3 cucchiai di acqua;
· 175 ml. di latte scremato;
· 1 albume;
· 30 gr. di uvetta;
· olio per ungere gli stampini.

Preparazione:
Riscaldate il forno a 200° C. Ungete con olio 12 stampini da forno.

In una terrina, mescolate lo zucchero (se lo usate), avena, cannella e lievito. Frullate le mele con la scorza di limone, l’acqua, il latte e l’albume. Unite i due composti e aggiungete l’uvetta.

All’inizio il composto risulterà liquido, ma si addenserà subito. Lasciate riposare per 5-10 minuti. Dividete il composto negli stampini e cuocete nel ripiano più alto del forno per 15/18 minuti, fino a quando cominciano a scurirsi.

Sformate su una gratella, lasciate raffreddare e servite.
Potete conservarli in un contenitore ermetico e consumarli entro 4 giorni.

Nota Bene
Tipici dolcetti inglesi, sono una merenda sana. Inoltre, sono privi di glutine.

lunedì 3 novembre 2008

Zucchine al peperoncino

Ingredienti (per 4 persone):
· 400 g di zucchine;
· 2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva;
· 4 cucchiai di salsa di pomodoro;
· 1 spicchio d’aglio;
· 3 sottilette;
· peperoncino in polvere;
· sale q.b.

Preparazione:
lava le zucchine, spuntale e affettale sottili. In un tegame antiaderente, con l’olio, fai dorare lo spicchio d’aglio sbucciato e leggermente schiacciato. Poi, unisci una spolverata di peperoncino in polvere, le zucchine affettate e la salsa di pomodoro.

Regola di sale, copri il tegame con il coperchio e fai cuocere a fiamma bassa per circa 15 minuti, unendo un po’ d’acqua se fosse necessario.

A cottura ultimata, elimina lo spicchio d’aglio, unisci le sottilette tagliate a pezzetti, mescola bene finchè si saranno completamente sciolte.

domenica 2 novembre 2008

Oggi parliamo di: Peperoncino


Esistono numerosi tipi di peperoncini, più o meno piccanti e con sapori diversi, non devono sopraffare, ma esaltare il sapore del cibo.

Campana:
i frutti sono lunghi ma abbastanza larghi (a forma di campana), hanno sapore delicato e possono essere fritti in un tegame antiaderente con un filo d’olio.

Habanero:
è piccantissimo.

Alba:
cresce a cespuglietti bassi di colore prima giallo e poi rosso, è lungo fino a 5 cm. e ha un gusto abbastanza piccante.

Blueberry:
si trova in siepi e ha la forma di una ciliegia. Il colore varia dal verde scuro al viola, al rosso; quest’ultimo ha un gusto molto pungente.

Arlecchino:
si può trovare di diversi colori: giallo, viola, in base al livello di maturazione. È molto piccante.

Il peperoncino contiene discrete dosi di lecitina, che contribuisce ad abbassare il livello di colesterolo. A ciò si somma l’azione della vitamina PP, che rende elastiche le pareti dei capillari e della vitamina E, che migliora l’ossigenazione del sangue.

La causa di ictus e infarto è spesso la formazione di un coagulo ematico (trombo) che può bloccare il trasporto di ossigeno in un vaso sanguigno. Se si consuma molto peperoncino, si potrà ridurre il rischio di formazione di trombi.

Un po’ di peperoncino nel piatto serve ad assicurarsi una buona digestione, la spezia stimola le prostaglandine, le sostanze che aumentano la secrezione dei succhi gastrici.

Il peperoncino fa sudare, lacrimare gli occhi e colare il naso. L’azione vasodilatatrice e stimolante del peperoncino fa aumentare le secrezioni mucose e libera le vie respiratorie congestionate, curando quindi tosse e raffreddore.

Mangiando 3 g. di condimento a base di peperoncino ai pasti si brucia il 25% in più di kilocalorie per alcune ore.

Quanto mangiarne?
Se usate peperoncini più piccanti, con più capsaicina, la sostanza responsabile delle proprietà vasodilatatrici e stimolanti, potete consumarne meno con gli stessi benefici (per esempio 2 cucchiaini al giorno circa bastano a giovare alla circolazione e alle vie respiratorie).

Se un piatto risulta troppo piccante, può essere “addolcito” con una certa quantità di yogurt. Prima di aggiungere ancora peperoncino, assaggiate sempre.

Evitate il contatto con gli occhi e ferite dopo aver toccato il peperoncino.

Qui trovi altre informazioni sul peperoncino.

sabato 25 ottobre 2008

Zuppa di fagioli bianchi e cavolo nero

Ingredienti per 4 persone:
· 400 g di fagioli bianchi;
· 300 g di cavolo nero;
· 500 g di pane raffermo;
· 2 cipolle;
· 1 carota;
· 2 coste di sedano;
· 4 spicchi d’aglio;
· 2 pomodori maturi;
· 6 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva;
· timo;
· rosmarino;
· parmigiano grattugiato;
· sale e pepe q.b.

Preparazione:
mettete i fagioli in un recipiente, copriteli d’acqua fredda e teneteli in ammollo per 12/24 ore. Tritate la cipolla, il sedano, l’aglio e la carota e fateli soffriggere lentamente in una pentola con quattro cucchiai d’olio; aggiungete il cavolo, il pomodoro spezzettato e il timo e fate insaporire per qualche minuto; riempite la pentola con un litro d’acqua, unite i fagioli e cuocete per due/tre ore.

Quando i fagioli saranno cotti salate, pepate e frullate circa la metà, che aggiungerete alle verdure con i rimanenti fagioli interi, lasciate sul fuoco ancora per qualche minuto; nel frattempo, tagliate il pane a fette sottili, fatelo abbrustolire al forno e strofinatevi sopra uno spicchio d’aglio.

In un pentolino fate soffriggere a fuoco dolce i rimanenti tre spicchi insieme con il rosmarino e versateli sulla zuppa. Distribuite le fette di pane nella zuppiera alternandole a strati con la zuppa; lasciate riposare almeno quindici minuti e servite caldo o tiepido.

giovedì 23 ottobre 2008

Linguine ai funghi e salvia

Ingredienti (per 4 persone):
· 400 gr. di linguine fresche o confezionate;
· 20 gr. di burro;
· 1 cipolla piccola;
· 400 gr. di funghi champignon;
· 1 cucchiaio di salvia fresca;
· 1 cucchiaio di prezzemolo fresco;
· 4 cucchiai di grana grattugiato;
· sale q.b.

Preparazione:
Fate cuocere la linguine in abbondante acqua salata e scolatele al dente.

Durante la cottura della pasta, fate sciogliere il burro in un pentolino e rosolatevi la cipolla tritata finemente, finchè sarà tenera e dorata. Aggiungete i funghi (tagliati a fettine) e le erbe sminuzzate (salvia e prezzemolo), quindi salate e fate cuocere a fuoco lento, coperto, per 10-12 minuti.

Versate il sugo sopra la pasta, spolverizzate con il grana e mescolate accuratamente prima di servire.

venerdì 17 ottobre 2008

Corsi di cucina anti-cancro

Da molti anni, ormai, concepisco la cucina naturale come fonte di benessere del corpo umano. Oggi, pertanto, Ti parlo di dieta mediterranea, in grado di prevenire brutte forme tumorali.

Olio, verdura, agrumi, e pesce azzurro, sono i preziosi alleati della salute. Per imparare ad usarli nel migliore dei modi, arriva il primo corso di cucina in dvd, con tanto di "bollino" degli oncologi italiani.

Il dvd nascerà da un corso di cucina tenuto in Sicilia, con ricette tipiche e distribuito nelle varie Unità di Oncologia Italiane e, naturalmente, messo in rete nei siti www.aiom.it e www.intermedianews.tv

mercoledì 15 ottobre 2008

La "Meschia"

La meschia è una polenta fatta con farina di granturco e tutte le verdure dell’orto. Solitamente si cucinava in inverno perché molto sostanziosa e maggiore era la disponibilità degli ingredienti e del condimento.

Dose per 4 persone:
  • 4 l d’acqua;
  • 4 patate;
  • 2 carote;
  • 3 hg di fagioli;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • 3 zucchine;
  • 1hg di lardo;
  • 1 costa di sedano;
  • ½ cipolla;
  • ½ cavolo verza;
  • 2 hg di bietole;
  • 3 cucchiai d’olio e sale q.b.

Preparazione:

far bollire le verdure tritate a dadini in acqua per circa due ore. Durante la cottura si aggiunge condimento di lardo, olio d’oliva e sale. Le verdure devono cuocere fino a sfarsi.

A questo punto, togliere il lardo, versare farina di granturco “a pioggia” e mescolare con la frusta almeno per un’ora a fuoco moderato fino ad ottenere un composto solido.

La meschia è pronta per essere servita,in piatti fondi. Se la si lascia freddare, la meschia si può tagliare a fette e friggere.

Ricetta di Nonna Sara, tratta dal Blog "La Marocca di Casola", di Fabio Bertolucci

martedì 14 ottobre 2008

Risotto al Radicchio di Castelfranco

Ingredienti per 4 persone
· 300 g. di riso parboiled;
· 800 g. di radicchio di Castelfranco;
· 80 g. di montasio stagionato grattugiato (o altro formaggio stagionato);
· 2 spicchi d’aglio;
· 40 g. di burro;
· 2 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva;
· brodo.

Preparazione:
pulite il radicchio, scartando la radice e tenendo solo le foglie. Un una padella, imbiondite l’aglio spellato con l’olio, unite il radicchio e salate.

Fatelo saltare per cinque/sei minuti a fuoco alto e spegnete la fiamma. In una casseruola mettete il riso con 20 g. di burro e fatelo tostare come un normale risotto.

Aggiungete quindi il brodo, un mestolo alla volta, sempre mescolando. Dopo dieci minuti, unite il radicchio e portate a cottura per altri sette/nove minuti. Poco prima della fine aggiungete metà del formaggio grattugiato, continuando a mescolare.

Condite con il burro rimanente e il resto del formaggio.

lunedì 13 ottobre 2008

Oggi parliamo di: Uva


L’uva è uno dei frutti più ricchi di zucchero, tutte le varietà sono ricche di potassio.

L’uva la cui composizione è molto simile a quella del latte umano, è un alimento quasi completo, a patto di masticare anche la buccia e i semi.

E’ un ricostituente nervoso grazie a sali minerali, zuccheri ed enocianina. Disintossicante e disinfettante grazie al tannino. Diuretica e depurativa grazie al potassio.
L'uva è energetica per il contenuto di zuccheri; è rimineralizzante per i sali minerali. Lassativa soprattutto senza la buccia per il contenuto in tartrato, acido tartarico e mannosio (zucchero); è fortemente astringente se non del tutto matura grazie ai tannini della buccia.

Combatte l’artrite e la gotta, grazie ai suoi sali minerali. Protegge l’apparato cardiocircolatorio grazie agli acidi grassi dei semi; è digestiva grazie agli acidi organici e agli enzimi della buccia.

Adattissima in tutti i casi in cui l’organismo ha bisogno di carburante (infanzia, vecchiaia, gravidanza, allattamento, convalescenza, dimagrimento, stress fisico, psichico e depressione). E’ controindicata per i diabetici (contiene glucosio) e per i colitici (cui è permesso solo il succo), mentre gli obesi non ne devono abusare.

Come lassativo bevete 2 bicchieri di succo (da acini sbucciati) la mattina a digiuno.
Contro la cistite bevete 1 tazza di succo mescolata a 1 tazza d’acqua calda, 1 volta il giorno.
Contro l’artrite bevete 1 litro di succo il giorno per almeno 3 settimane.
Contro il rachitismo bevete 1 bicchiere di succo il giorno.
Contro la diarrea ostinata mangiate uva acerba, quanta ne sopportate.
L’uvetta passa è una vera bomba calorica e un concentrato vitaminico (scompare però la vitamina C), contiene anche un’alta concentrazione di potassio e ferro. Nella scelta della frutta secca, date sempre la precedenza a quella non trattata con anidride solforosa (un conservante non del tutto innocuo).

giovedì 25 settembre 2008

Salmone affumicato alle mele

Ingredienti:
· 250 g. di salmone affumicato a fettine;
· 2 mele Golden Delicious;
· 1 limone;
· 200 g. di valeriana;
· 2 costole di sedano;
· 7 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva;
· 6 fette di pancarrè;
· sale q.b.

Preparazione:

lavate e asciugate la valeriana e mettetela in una terrina; mondate e affettate il sedano e le mele e unitele alla verdura.

In una ciotola, a parte, mescolate l’olio con il succo di limone e una presa di sale, con la salsina ottenuta, condite l’insalata e rigirate il tutto con molta cura.

Trasferite, quindi, il preparato su un piatto da portata sul quale avrete già disposto il salmone e servite accompagnato da triangolini di pancarrè tostato.

ps
questa ricetta è favolosa, facile da preparare ed anche economica

martedì 16 settembre 2008

Spaghetti integrali vegetariani

Ingredienti:
· 350 g. di spaghetti integrali;
· 300 g. di pomodori maturi;
· 200 g. di zucchine;
· 150 g. di melanzane;
· 1 spicchio d’aglio;
· 3 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva;
· prezzemolo q.b.;
· basilico q.b.:
· sale q.b.

Preparazione:
Sbucciate le melanzane e tagliatele a dadini; lavate, spuntate e tagliate a dadini anche le zucchine. Sbollentate i pomodori, sbucciateli e privateli dei semi.

In una padella aromatizzate l’olio con lo spicchio d’aglio, quindi, saltare prima le melanzane e poi le zucchine, quindi, unite i pomodori (aggiustate di sale).

Cuocete gli spaghetti al dente, scolateli e conditeli con le verdure (facendoli saltare in padella), ultimate con una spolverata di basilico e prezzemolo tritati.

venerdì 12 settembre 2008

Banane al forno con zenzero

Ingredienti:
· 4 banane grosse e sode;
· 2 cucchiaini di burro;
· 2 fette di zenzero conservato;
· 1 cucchiaio di sciroppo di conservazione dello zenzero;
· 2 cucchiai di succo d’arancia;
· 2 cucchiai di rum;
· 12/15 striscioline di scorza d’arancia;
· 25 g. d’uvetta sultanina (facoltativa).

Preparazione:
Riscaldate il forno a 200 C°.
(Se usate l’uvetta, mettetela a macerare in acqua bollente per 5 minuti, poi scolatela).

Nel frattempo mettete il burro in una teglia da forno bassa e mettetela in forno finché il burro sarà sciolto. Toglietela dal forno e disponetevi le banane (precedentemente tagliate a metà nel senso della lunghezza), spennellatele con il burro fuso.

Profumate la banane con l’uvetta, lo zenzero, lo sciroppo, il succo d’arancia, il rum e la scorza d’arancia.

Cuocete in forno per 15 minuti, ricoprendole con il burro fuso per 2/3 volte.
Servite caldo.

mercoledì 10 settembre 2008

Banane Flambé

Ingredienti (per 6 persone)
· 6 banane;
· 60 g. di burro;
· 100 g. di zucchero;
· 1 bicchiere di Grand Marnier

Preparazione:
sbucciate le banane e dividetele a metà nel senso della lunghezza (qualcuno le preferisce intere); fatele dorare, in padella, con il burro caldo, un paio di minuti per parte; poi, cospargetele di zucchero e lasciatelo fondere.

Bagnate, quindi, la frutta con il liquore scaldato e dopo un paio di minuti infiammatele (fate molta attenzione) e servitele immediatamente.

domenica 7 settembre 2008

Oggi parliamo di: Banane


Le banane sono il frutto di una grande pianta erbacea che cresce nei paesi tropicali. Le dimensioni dei frutti, che si dispongono a grappolo, formando il caratteristico casco, variano a seconda della specie.

Le banane sono conosciute e apprezzate da tempo come un alimento sano, nutriente e completo dal punto di vista nutrizionale, poiché forniscono un minimo di nutrienti di base con una forte presenza di glucidi, un buon corredo di sali minerali, nonché una quantità sufficiente di vitamine e di acidi organici.

Il consumo di banane conviene, in particolare, a bambini e adolescenti, convalescenti, soggetti anemici e denutriti, donne in gravidanza o che allattano o che sono indebolite da mestruazioni abbondanti e ravvicinate; forniscono anche un medicamento naturale per chi soffre di disturbi intestinali frequenti, diarrea e dissenteria, perdite emorragiche, sudorazione eccessiva (specialmente notturna).

Le banane sono raccomandate anche a coloro che devono applicarsi a lavori pesanti, che svolgono un’attività intellettuale o soffrono di stanchezza e nervosismo.
Sono una buona fonte di potassio e aiutano a regolare l’ipertensione arteriosa; l’amido contenuto nelle banane meno mature resiste alla digestione e, insieme alla fibra solubile, fornisce un incremento di energia minore ma più duraturo rispetto ad altri cibi dolci, migliorando la resistenza.

Le banane ben mature contengono molti zuccheri (se mangiate dopo trenta minuti dalla fine dell’attività fisica, quando l’energia muscolare è esaurita, migliorano la resistenza).

Le banane meno mature fanno bene in caso di stipsi, quelle mature e dolci, in caso di diarrea (l’amido contenuto nelle banane meno mature resiste alla digestione, ammorbidendo le feci e aumentando la loro massa, facilitando l’espulsione).

Le banane mature inducono il sonno e migliorano l’umore.Infatti, il consumo di 1-2 banane da sole può far aumentare la serotonina, migliorando il sonno e l’umore.

Le banane cotte sono un valido rimedio contro reumatismi, artrite, nefrite e arteriosclerosi (attenzione: a causa dell’elevato contenuto di carboidrati, se ne sconsiglia il consumo ai diabetici).

Mangiatene a volontà, ma se le consumate tra i pasti, lavatevi i denti in quanto le banane mature contengono molti zuccheri e quindi favoriscono la carie. Le banane disidratate sono una fonte più concentrata di potassio, fibra ed energia di quelle fresche, ma contengono anche più zuccheri.

Le banane più dolci sono quelle con buccia gialla, senza sfumature verde, e con i puntini marroni. Per rallentare la maturazione tenetele in frigorifero (la buccia scurirà, ma la polpa resterà soda e chiara per qualche giorno).

Le banane si associano bene con noci, caffè, zenzero, cannella, arance, gelato e liquori (soprattutto rum); scuriscono facilmente quando sbucciate, se non vengono spruzzate con succo di agrumi, quindi, se la ricetta non lo prevede, preparatele all’ultimo momento.

Possono essere anche consumate sotto forma di frullati (con aggiunta di qualche goccia di liquore); la polpa schiacciata può essere unita a miele o burro fuso, soprattutto se destinata a soggetti debilitati, convalescenti, bambini e anziani.

Ad

venerdì 29 agosto 2008

Pollo alle mele

Ingredienti (per 4 persone)
· 1 pollo di circa kg. 1,5;
· 1 limone;

Per il ripieno
· 300 g. di mele;
· 100 g. di prugne secche snocciolate;
· 100 g. di pane raffermo

Per la composta di mele
· 6 mele;
· la scorza di 1 limone;
· 1 bicchierino di Cointreau

Preparazione:
Lavate e pulite il pollo, tenendo da parte le interiora. Strofinatelo all’interno con il limone aperto a metà e salatelo internamente ed esternamente. Lavate le mele, sbucciatele e tagliatele a dadini, spezzettate le prugne, sbriciolate grossolanamente il pane e tritate le interiora. Ponete il tutto in una ciotola, salate e amalgamate.

Riempite il pollo con il composto e ponetelo sulla griglia di una placca da forno, cuocete per circa 45 minuti in forno preriscaldato a 180°, fino a quando le giunture della coscia non si muovano con facilità (se necessario, bagnate di tanto in tanto con qualche cucchiaiata d’acqua). Continuate la cottura a 300° per altri 20 minuti, in modo da ottenere una pelle croccante.

Nel frattempo, preparate la composta di mele. Lavate le mele, liberatele del torsolo e affettatele. Mettetele in un tegame con la scorza di limone, il Cointreau e 2 cucchiai di acqua, coprite e lasciate cuocere per 15 minuti. Levate le mele dal fuoco e schiacciatele grossolanamente con una forchetta, tenendone da parte qualche fettina intera.

Servite caldo, accompagnando con la composta di mele e decorando il piatto con le fettine di mela che avete tenuto da parte.

domenica 24 agosto 2008

Salsa piccante di ananas

Ingredienti:
· 100 g. di ananas fresco a dadini;
· 2 cucchiai di peperone rosso a pezzetti;
· 1 cucchiaino di peperoncino verde (privato dei semi) a pezzettini;
· 3 cucchiaini di coriandolo fresco;
· 2 cucchiaini di menta fresca tritata;
· 1 cucchiao di succo di limone o di lime.

Preparazione:
mescolate tutti gli ingredienti in un’insalatiera. Lasciate riposare per dieci minuti affinché tutti i sapori si mescolino prima di servire.

Mettete in frigorifero, coperto, fino al momento di servire e consumare entro due giorni. Servite a temperatura ambiente.

Nota Bene:
questa salsa, facile da preparare, associa i sapori più particolari. Impreziosisce qualsiasi piatto principale, in particolare i piatti a base di riso, di pollame e di pesce.

Tra le altre cose, l’ananas fresco aiuta la digestione; i peperoni rossi sono uno dei cibi più ricchi di vitamina C e carotene.

venerdì 22 agosto 2008

Tagliolini ai frutti di mare

Ingredienti:
· 350 g. di tagliolini;
· 1 kg. di cozze;
· 1 sacchetto di vongole;
· 8 scampi;
· 1 pomodoro maturo;
· ½ scalogno;
· 1 ciuffo di prezzemolo;
· 1 pizzico di peperoncino in polvere;
· olio extra vergine d’oliva q.b.;
· sale q.b.;

Preparazione:
Pulite, spazzolate e lavate molto bene i frutti di mare. Metteteli in un tegame sul fuoco con il peperoncino e un pezzo di scalogno.

giovedì 21 agosto 2008

Spaghetti integrali alle erbe aromatiche

Ingredienti:
  • 350 g. di spaghetti integrali;
  • 4 pomodori perini;
  • 30 g. di basilico;
  • 20 g. di maggiorana;
  • un ciuffo di menta;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • olio extra vergine d’oliva q.b.;
  • sale q.b.
  • pecorino grattugiato del tipo romano.

Le erbe aromatiche devono essere fresche.

Preparazione:
Sbollentate per 2 minuti i pomodori, quindi spellateli (togliete i semi), tagliateli a listarelli e lasciateli scolare bene. Nel frattempo cuocete la pasta in abbondante acqua salata.

Tritate tutte le erbe aromatiche e l’aglio, mettete il tutto in una ciotola, aggiungete il sale, l’olio e mescolate.

Scolate la pasta, conditela con i perini tagliati, la salsa alle erbe e una spolverata di pecorino, infine decorate con alcune foglie di basilico.




lunedì 4 agosto 2008

Il libro della settimana: Pesce e verdure

28 pesci, tutte le verdure, 112 ricette di antipasti, primi, secondi o piatti unici, per scoprire gli abbinamenti più adatti tra il cibo dell’acqua e quello della terra.

Si pensa sempre al pesce e alla verdura come due soggetti distinti che possono comparire casualmente all’interno di uno stesso menu o di uno stesso piatto, ma che, di fatto, fanno parte di destinazioni diverse, di modi di alimentarsi alternativi.

Gli alimenti vegetali hanno invece un ruolo strategico, non solo per le loro comprovate qualità nutrizionali e salutari, ma per la straordinaria capacità di essere protagonisti alla pari con gli altri alimenti, dei quali mitigano e attenuano i difetti, rendendo più armonica la cucina.

Compralo adesso su il Giardino dei Libri

3 banali consigli di mia nonna

I saggi consigli in cucina di mia nonna Enrichetta, mi sono ancora utili oggi. Mi diceva:
  1. Se il brodo è troppo salato, aggiungi alcune fette di patata cruda: toglieranno il sale in eccesso;
  2. Un pizzico di bicarbonato nell’impasto di dolci e gnocchi li rende più soffici;
  3. Per non perdere l’aroma, aggiungi il prezzemolo e il basilico solamente alla fine della cottura.

Queste sagge nonne.

giovedì 24 luglio 2008

I Segreti di una buona Frittura

L’olio extravergine d’oliva è, dal punto di vista dietetico, l’olio migliore per le cotture, compresa la frittura, poiché resiste senza alterarsi alla temperatura di 200°C.

Si trovano in commercio olii extravergini d’oliva di prezzo abbastanza accessibile, adatti alle fritture, in genere si scelgono olii dal sapore delicato.
Alcuni utili consigli:
  • I cibi da friggere, puliti e lavati, vanno immersi nell’olio bollente prima però che questo abbia raggiunto il cosiddetto “punto di fumo” (quando inizia a fumare). Per controllare se la temperatura è sufficientemente alta, s’intinge nell’olio un pezzo dell’alimento da friggere, quando l’olio sfrigola è il momento giusto;
  • Prima di essere messi in padella, gli alimenti devono essere perfettamente asciutti: l’acqua accelera il processo di degrado dell’olio perché si combina con alcuni suoi grassi, alterandone la qualità;
  • Polpette o verdure affettate devono avere, più o meno, le stesse dimensioni o uguale spessore, affinché i tempi di cottura siano gli stessi;
  • Gli alimenti facili a rompersi (pomodori, melanzane, zucchine) prima di essere fritti devono essere passati nella pastella per evitare che, disfandosi, assorbano troppo olio;
  • Finocchi e carciofi vanno sbollentati e asciugati con cura prima di essere fritti;
  • Crocchette e pesci possono essere, prima, passati nella pastella o impanati (questo procedimento serve a tenerli compatti durante la cottura e ad arricchirne il gusto);
  • L’olio della frittura non va mai riutilizzato: l’alta temperatura cui è stato sottoposto ne modifica la struttura e diminuisce la resistenza all’irrancidimento.

giovedì 17 luglio 2008

Gamberetti Marinati

Ingredienti:
· 1 kg. di gamberetti;
· 2 arance;
· 2 limoni;
· 1 spicchio d’aglio;
· 1 mazzetto di prezzemolo;
· 4 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva;
· sale q.b.
· peperoncino in polvere q.b.

Preparazione:
scegliete gamberetti freschissimi e lavateli in abbondante acqua, staccate delicatamente la testa e il guscio e, con uno stecchino, eliminate anche il filo scuro dal dorso. Trasferite le code in una terrina, disponendole in un solo strato, aggiungete l’aglio schiacciato e copritele con il succo delle arance e dei limoni filtrato; lasciate marinare i gamberetti per circa un’ora.

Trascorso questo tempo, sgocciolate i gamberetti e sistemateli su un piatto da portata, irrorateli d’olio e cospargeteli di sale, peperoncino e prezzemolo tritato.

martedì 15 luglio 2008

Pesce grigliato al finocchio

Ingredienti:
· 4 pesci interi a carne bianca di media grandezza;
· 1 grosso mazzo di gambi freschi di finocchio;
· ½ tazza d’olio extra vergine d’oliva;
· 4 cucchiai di cognac o brandy;
· succo di 1 limone;
· sale q.b.;
· 2 spicchi d’aglio schiacciati;

Preparazione:
Eliminate le lische e le interiora dai pesci, quindi lavateli e sistemate un gambo di finocchio all’interno di ogni pancia. Praticate tre incisioni lunghe 5 cm. su entrambi i lati dei pesci.
Preparate poi la marinata combinando insieme tutti gli ingredienti (olio, succo di limone, sale, aglio, cognac o brandy), versatela sui pesci e lasciateli marinare per 1 ora dentro un foglio di carta argentata.

Fate seccare i rimanenti gambi di sedano in forno a 100 °, quindi sistemateli sui carboni ardenti del barbecue.

Sistemate ogni pesce su un singolo foglio di carta argentata, ripiegandone le estremità verso l’interno; adagiate i pacchetti sulla griglia del barbecue, sopra i gambi di finocchio. Lasciate cuocere i pesci 5 minuti per lato, finché si sfalderanno facilmente al tatto.
Il finocchio bruciando rilascerà un’aroma che darà gusto al pesce.

giovedì 10 luglio 2008

Oggi parliamo di: Pesce Grasso

Molte ricerche hanno confermato che gli acidi grassi omega-3 contenuti nel pesce grasso apportano numerosi benefici, tra i quali prevenzione di malattie cardiache e di formazione di trombi e azione antinfiammatoria.

Dopo aver parlato del pesce azzurro in uno dei precedenti post, oggi vi racconto qualcosa sul pesce grasso, ricco anche di vitamina D. Tutti i tipi di pesce grasso contengono acidi grassi omega-3, fatta eccezione per il tonno in scatola che ne ha pochi. Le fonti più ricche di omega-3 sono concentrate in: sgombro, salmone, sardine, aringa affumicata e fresca. I pesci di cui si mangiano anche le lische, come i pesciolini da frittura e le sardine in scatola, sono un’ottima fonte di calcio. Conservate in frigorifero il pesce fresco e affumicato.

Maggiore è la quantità di omega-3 consumata, maggiore sarà il fabbisogno di vitamina E, per evitare l’ossidazione di questi grassi polinsaturi. Realizzate, quindi, ricette che associano omega-3 con cibi ricchi di vitamina E (per esempio: insalata di sgombro affumicato condita con olio di girasole non raffinato), quando mangiate pesce affumicato, associatelo a vitamina C (per esempio il succo di limone) che può proteggervi dagli effetti potenzialmente nocivi dell’affumicatura.

I nutrizionisti consigliano di mangiare almeno due volte a settimana pasti a base di pesce grasso (120/380 gr. per le donne e 150/480 gr. per gli uomini), anche piccole quantità di pesce grasso apportano benefici per molti mesi.

Può ridurre la pressione arteriosa, il colesterolo, i grassi, e la formazione di trombi nel sangue. Secondo uno studio condotto in Olanda su un lungo arco di tempo, gli uomini che mangiavano pesce grasso o bianco almeno due volte a settimana correvano meno rischi di morte per malattie cardiache. L’azione antinfiammatoria degli acidi grassi omega-3 può giovare all’artrite reumatoide, secondo un gruppo di ricerca consumare 4/6 pasti a base di pesce grasso alla settimana (circa 700 gr.) faceva bene a chi soffriva di artrite reumatoide in quanto si riduce il dolore alle articolazioni, bisogna attendere alcune settimane prima che i benefici si manifestino.

Giova alla colite ulcerosa, ottimo per chi soffre di psoriasi e dermatiti, nei soggetti affetti da psoriasi e dermatiti il pesce grasso riduce il prurito, la desquamazione e la gravità in generale. Da uno studio condotto in Norvegia per 12 settimane, è emerso che l’olio contenuto in una piccola porzione quotidiana di pesce grasso, giovava notevolmente ai casi medi e gravi di dermatiti. Altre cure (come i raggi ultravioletti) per la psoriasi, davano risultati più efficaci se combinati con consumo di pesce grasso.

Non confendete i vantaggi apportati dal pesce grasso con quelli dell’olio di fegato di merluzzo, che è povero di omega-3, ma ricco di vitamina A e D, che si accumulano.

Insomma, consumate tanto pesce grasso che oltre a far bene, costa meno di altri tipi di pesce, forse più nobili e di sicuro meno ricchi di omega-3.

domenica 6 luglio 2008

Il libro della settimana: La cucina della Salute

Katriona Forrester e Marlise Binetti-Kupper sono due famose cuoche che presentano 360 ricette provenienti da tutto il mondo per ritrovare il benessere e la salute attraverso una vera e propria terapia del cibo.

Il libro rappresenta un utilissimo ricettario dedicato a chi desidera scoprire la stretta relazione tra cibo e salute: non solo le mamme, sempre attente al giusto equilibrio alimentare per i propri figli, ma anche tutti coloro che, curiosi di scoprire piatti e dolci provenienti dalle tradizioni gastronomiche di tutto il mondo, vogliono saperne di più sulle combinazioni dei cibi, sui differenti stili di cottura o sulla qualità dei singoli alimenti... Acquistalo ora cliccando qui


sabato 5 luglio 2008

Insalata di banane e fragoloni

Ingredienti:
· 250 gr. di fragoloni;
· 2 grosse banane;
· 2 cucchiai di zucchero;
· succo di mezzo limone;
· succo di mezza arancia.

Preparazione:
Pulite i fragoloni e lavateli rapidamente sotto il getto di acqua fredda. Asciugateli tamponandoli delicatamente con un panno da cucina.

Eliminate dalle banane la buccia e i filamenti interni, tagliatele a fettine piccole e mettetele in un recipiente che userete per servire.

Tagliate i fragoloni a metà e aggiungeteli alle banane.
Mescolate il tutto cospargendo di zucchero e del succo di limone e di arancia.

Nota Bene:
preparate l’insalata poco prima di mangiarla perché, a contatto con la luce e con l’aria, le vitamine della frutta tendono a disperdersi rapidamente.

mercoledì 2 luglio 2008

Insalata di Semi di Sesamo

Ingredienti per 4 persone:
· ½ cespo di lattuga;
· 1 cespo di invidia;
· 1 mazzetto di rucola;
· 1 avocado;
· 6 ravanelli;
· 4 cipollotti;
· 3 cucchiai di semi di sesamo;
· 1 spicchio d’aglio;
· il succo di un limone;
· 4 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva;
· gomasio (o sale) q.b.

Preparazione:
pulite l’invidia e la lattuga e tagliatele a filetti, lavate la rucola e spezzettatela, sbucciate l’avocado e tagliatene la polpa a dadini, affettate finemente i ravanelli e i cipollotti, spellate e schiacciate l’aglio. In un padellino fate tostare i semi di sesamo su fiamma media – mescolando continuamente perché non brucino. Mettete tutti gli ingredienti in una zuppiera e condite con il succo di limone, l’olio il gomasio (o il sale) e servite.

giovedì 26 giugno 2008

Oggi parliamo di: SESAMO

Il sesamo è una piantina che può raggiungere il metro d’altezza; i frutti sono piccole capsule che contengono semi ovali e piatti, dai quali si ricava un olio di buona qualità. Originario dell’India, è coltivato nelle zone tropicali e subtropicali dell’Asia e dell’Africa e – in piccola parte – anche in Sicilia; dalla sua lavorazione si ricavano:

· Olio: dai semi del sesamo si ricava un olio che è addizionato a tutti gli oli di semi e alle margarine (nella misura del 5%) – nei negozi specializzati e in alcuni supermercati si può trovare olio di sesamo puro e di prima spremitura a freddo -; è inoltre utilizzato nell’industria cosmetica (per la preparazione di saponi) e in farmacia.

· Tahin: è una crema di semi di sesamo pestati, che è usata nella cucina mediorientale e greca come antipasto. Si trova in scatola nei negozi specializzati e in alcuni supermercati.

· Halwa: è ottenuta da tahin mescolata con zucchero e aromi; si trova già pronta nei negozi specializzati e in alcuni supermercati.

· Gomasio: è ottenuto da semi di sesamo e sale marino integrale, tostati e pestati; si può preparare facilmente in casa o si trova confezionato nei negozi specializzati e in alcuni supermercati, può essere usato al posto del sale per condire a crudo, tenendo conto che il prodotto è meno salato – poiché ogni singola particella di sale è rivestita da un sottilissimo strato d’olio. Per prepararlo in casa occorre: 100 g. di semi di sesamo per ogni 7 g. di sale marino integrale; risciacquate i semi sotto l’acqua fredda, ripulendoli da eventuali granelli o sassolini, lasciateli poi asciugare su carta da cucina; scaldate una padella su fiamma medio/bassa e fatevi arrostire i semi, mescolando continuamente con un cucchiaio di legno e scuotendo di tanto in tanto la padella per evitare che brucino. I semi sono pronti quando cominciano a scoppiettare e quando, schiacciandone uno tra il pollice e l’indice, si rompe con facilità. Levateli subito dalla padella per evitare che il calore (anche a fiamma spenta) li bruci. Quindi, fate arrostire il sale marino nella stessa padella, su fiamma bassa, per alcuni minuti, sempre mescolando. Questo procedimento permette al sale di perdere l’umidità e di combinarsi bene con l’olio rilasciato dai semi di sesamo. Aggiungete i semi arrostiti e pestate bene il composto con delicatezza. Conservate in barattoli di vetro.

Oltre il 25% dei semi di sesamo è composto di proteine d’ottima qualità, ricche d’aminoacidi essenziali (tra questi la metionina – che raramente si trova nei vegetali).

È ricco di calcio; ha una buona fonte di zinco (che svolge un’azione di protezione contro le infezioni); di selenio (efficace nel contrastare l’azione dei radicali liberi – causa di numerose malattie degenerative); di fosforo, potassio e magnesio (molto utili per la crescita e per chi svolge lavori intellettuali).

Inoltre, sono composti al 69% da grassi: in gran parte si tratta dei grassi insaturi omega 6 (acido linoleico) e omega 3 (acido linolenico), utili a proteggere l’organismo dalle malattie cardiocircolatorie. Possiedono anche, in misura elevate le vitamine A, E, B6, assente la vitamina C.

· Ottima fonte di calcio: gli esperti raccomandano un elevato consumo di calcio per le seguenti categorie di persone: superati i 60 anni il fabbisogno di calcio aumenta poiché l’organismo riduce la sua capacità di assimilarlo; durante la gravidanza e l’allattamento, si stima che la madre ceda al feto da 200 a 300 mg. di calcio il giorno; se si fa largo consumo d’alcolici o caffè, se si seguono diete dimagranti o iperproteiche, se si conduce una vita sedentaria, si pratica uno sport a livello agonistico (in tutti questi casi si consiglia un apporto di 1200 mg. di calcio il giorno).

Il sesamo n’è ricco quanto i formaggi, ma rispetto a questi non ne possiede le controindicazioni – infatti, il consumo di formaggio va limitato nei seguenti casi: alti livelli di colesterolo e di trigliceridi, per il contenuto di grassi saturi, il consumo di formaggio deve essere limitato per coloro che hanno alti livelli di colesterolo e di trigliceridi; assunzione di farmaci antidepressivi, i formaggi fermentati contengono una sostanza (tiramina) che può interferire con l’assimilazione d’alcuni farmaci antidepressivi; emicrania, alcuni attacchi d’emicrania possono essere causati dal consumo di formaggi – in particolari di formaggi stagionati – questi contengono sostanze che restringono i capillari e possono causare mal di testa; allergia al latte e ai suoi derivati, tutti coloro che sono allergici alle proteine del latte possono trovare nel sesamo un’ottima alternativa.

· Rafforza il sistema immunitario: in caso d’affaticamento, convalescenza, sforzi fisici e intellettuali, debolezza del sistema immunitario.

· Riequilibra le funzioni dell’organismo: in caso di mal di testa, nausea, vomito, dolori mestruali, disturbi gastrici e intestinali e per aumentare la secrezione del latte materno, si consiglia di mangiare, ogni giorno, 5-10 mg di semi di sesamo non tostati.

A causa del suo elevato contenuto di grassi, il sesamo può irrancidire facilmente, nell’acquistarlo si deve controllare che non abbia odore di rancido; è bene anche verificare la data di scadenza sulle confezioni di gomasio (comunque, se potete, preparatelo in casa perché consumato fresco mantiene tutte le sue proprietà e la sua fragranza).

Nell’acquistare la halwa è bene controllarne gli ingredienti – la migliore è quella composta unicamente di sesamo e zucchero, senza altri additivi o aggiunte. I semi essiccati si conservano in luogo asciutto in sacchetti di carta o di tela; il gomasio si conserva in barattoli di vetro a chiusura ermetica; il tahin e la halwa sono prodotti confezionati (verificarne la scadenza al momento dell’acquisto), una volta aperti, si conservano in frigorifero.

Il sesamo e tutti gli altri semi oleosi si possono introdurre nell’alimentazione del bambino dopo il secondo anno di vita.

Oltre al sesamo, sono dotati di numerose proprietà benefiche anche i semi di girasole e di zucca. I semi di girasole possiedono una buona percentuale di proteine, mentre la percentuale di grassi, rispetto ad altri semi, è relativamente modesta (sono però principalmente grassi polinsaturi – conosciuti anche come acidi grassi essenziali – assicurano la struttura e l’impermeabilità delle membrane e sono elementi indispensabili per il sistema immunitario); sono buona fonte di vitamine e di minerali (zinco, selenio e potassio).

I semi di zucca a differenza di quelli di girasole contengono più sodio e zinco, mentre è più modesta la quantità di selenio, sono inoltre ricchi di magnesio. Entrambi i semi sono rimineralizzanti, vitaminici ed energetici; per sfruttare tutte le loro proprietà è consigliabile, alternandoli, consumarli crudi o leggermente tostati.

giovedì 24 aprile 2008

Dolce allo Yogurt

Ingredienti:
· 1 bicchiere di yogurt naturale;
· 3 bicchieri di farina;
· 1 bicchiere di zucchero;
· 3 cucchiai d’olio;
· 2 uova;
· 1 bustina di lievito;
· sale q.b.
· profumo (usate un’aroma a vostro piacimento);
· nota bene: per bicchiere s’intende il contenitore dello yogurt.

Preparazione:
Mescolate bene la farina e il lievito. Versatevi a fontana le uova, lo zucchero, lo yogurt, l’olio, il sale e il profumo. Lavorate bene l’insieme per ottenere una pasta omogenea. Versatela in uno stampo imburrato e fatela cuocere a fuoco medio per circa 35/40 minuti.

Questo dolce è ottimo per poterlo riempire (tagliandolo a strati) con creme.

ps
fidati, è buonissimo

venerdì 21 marzo 2008

Mele con yogurt e miele

Ingredienti:
· 4 mele;
· 20 g. di germogli di ceci;
· 40 g. d’uvetta sultanina;
· 8 cucchiai di yogurt intero;
· 4 biscotti (tipo “marie”);
· 4 cucchiai di miele integrale.

Preparazione:
lavare le mele e togliere la calotta superiore di ognuna ed eliminare il torsolo. Frullare i germogli di ceci. In una ciotola sbriciolare i biscotti, in un’altra terrina stemperare il miele nello yogurt e aggiungere l’uvetta (fatta rinvenire in una tazza d’acqua tiepida e poi asciugata).

Amalgamare bene tutti gli ingredienti
Distribuire nelle cavità delle mele il composto ottenuto e cuocere in forno (preriscaldato) a 180° per 50 minuti.

sabato 8 marzo 2008

Buon 8 marzo!

Quale modo migliore di augurarvi uno splendido 8 MARZO,
se non regalandovi questa bellissima frase di un anonimo, che chiarisce la vera differenza tra uomo e donna...

"Le donne sono pronte a tutto per amare, compreso fare all'amore.
Gli uomini sono pronti a tutto per fare l'amore, compreso amare".

Anonimo

A tutte le donne, buon 8 Marzo.

Giancarlo Fornei

giovedì 21 febbraio 2008

Oggi parliamo di: YOGURT

La reputazione dello yogurt, ottima e ben consolidata, come alimento che fa bene alla salute, è oggi ulteriormente confermata dalla ricerche. Tutti i tipi di yogurt, in Italia, hanno molti principi nutritivi, in particolare fermenti lattici vivi, che apportano benefici terapeutici. Il Lactobacillus adicophilus è particolarmente utile.

Purtroppo, l’Italia, è il paese europeo con il più basso consumo di yogurt: solo kg. 3 a testa ogni anno, contro la media europea di kg. 10. Lo yogurt è una coagulazione del latte che avviene grazie all’azione di particolari fermenti presenti nell’ambiente: il Lactobacillus bulgaricus e lo Streptococcus thermophilus. I fermenti operano profonde modifiche nella composizione del latte, che può essere di vacca, pecora o capra, trasformandolo in un alimento d’altissimo valore nutritivo.

In commercio si trovano yogurt con aggiunta di panna, frutta, marmellata, miele, caffè, cioccolato, vaniglia, cereali, ma spesso questi prodotti contengono diversi additivi, oltre che notevoli quantità di zucchero. È bene preferire gli yogurt naturali, senza zucchero o dolcificanti artificiali, senza conservanti né coloranti, in particolare se sono destinati ai bambini. I piccoli, infatti, vanno educati ad apprezzare l’autentico gusto degli alimenti, abituandoli al gusto del dolce, si rischia di predisporli a sviluppare l’obesità da adulti. Gli esperti consigliano di introdurre lo yogurt dopo il compimento dell’ottavo mese di vita del bambino. Anche il ricorso agli aromatizzanti non ha alcun valore dal punto di vista nutrizionale e abitua il palato a sapori falsi. Per quanto riguarda gli yogurt alla frutta, bisogna considerare che spesso sono zuccherati, in ogni caso, vanno scelti quelli che contengono pezzetti di frutta.

Esistono oggi diversi tipi di yogurt, che si differenziano principalmente per il contenuto di grassi:
· yogurt intero, con un contenuto minimo di grassi del 3,5%;
· yogurt scremato, che contiene da 1,5 a 1,8% di grassi;
· yogurt magro, che ha un contenuto massimo di grassi dello 0,3%.

Il gusto e il valore nutrivo dello yogurt sono dovuti all’azione del Lactobacillus bulgaricus e dello Streptococcus thermophilus, che vengono aggiunti al latte per provocarne la fermentazione. Lo yogurt è ricco di vitamine, sali minerali, in particolare di calcio, inoltre, grazie alla presenza d’acido lattico, nello yogurt il calcio risulta più assimilabile.

Aiuta la crescita: lo yogurt è ricco di sali minerali, in particolare di calcio sotto forma di lattato, che è facilmente assimilabile dall’organismo. Per questa ragione è particolarmente indicato per l’alimentazione di tutti coloro che hanno bisogno di un notevole apporto di calcio, come adolescenti e donne incinte;

Elimina i microrganismi dannosi presenti nell’intestino: una volta raggiunto l’intestino, i fermenti contenuti nello yogurt si moltiplicano a dismisura raggiungendo valori tra i 10 e i 100 milioni. Disponendosi sulla parete intestinale, contrastano lo sviluppo dei batteri che possono causare malattie ed eliminano, inoltre, molte sostanze tossiche che sono il risultato della digestione del cibo;

Stimola le difese immunitarie: la somministrazione regolare di yogurt riduce la frequenza delle manifestazioni allergiche, causate da una debolezza del sistema immunitario, quali eczemi e ulcerazioni della bocca;


Combatte batteri e virus: lo yogurt stimola la produzione d’interferone, la proteina che svolge un’attività importante contro i virus; i fermenti producono inoltre, antibiotici naturali e sostanze dette “batteriocine” efficaci contro microrganismi come l’Escherichia e la Salmonella, responsabili di numerosi disturbi intestinali, come per esempio la dissenteria;

È utile per lo stomaco e l’intestino: i lattobacilli dello yogurt mantengono acido il tratto intestinale, ostacolando così la moltiplicazione di germi patogeni, che sono la causa di molti disturbi, come la colite, la gastrite e la diarrea.

140 ml. di yogurt forniscono una quantità equilibrata per il fabbisogno quotidiano di calcio e di vitamine del gruppo B. I soggetti che hanno difficoltà a digerire il latte possono assorbire il calcio dallo yogurt. Gli utili fermenti lattici dello yogurt non sopravvivono a lungo nel nostro intestino, quindi se non lo consumate quotidianamente i benefici sono ridotti. Per un’azione protettiva contro certi batteri pericolosi, mangiate 225 ml. di yogurt il giorno. L’effetto dello yogurt sarà maggiore se consumato il giorno stesso in cui si manifesta l’infezione.

Lo yogurt deve avere una superficie omogenea, liscia, dal colore che ricorda la porcellana, priva di macchie giallognole. La consistenza può essere più o meno cremosa, ma in ogni caso l’eventuale liquido che affiora in superficie deve essere molto ridotto. Il sapore deve essere acidulo, un gusto amaro è indice della presenza di lieviti che si sono formati a causa di una cattiva conservazione. Sull’etichetta deve apparire la data di confezionamento. La scadenza non dovrebbe essere superiore ai 40 giorni. La temperatura ideale per la conservazione è di 4° C., temperature più elevate provocano una fermentazione eccessiva, che rende il prodotto non commestibile.

Il sapore delicato e la consistenza cremosa dello yogurt fanno sì che si associ a molti alimenti e può sostituire efficacemente burro e panna per la preparazione di salse, che sono così più digeribili e meno ricche di calorie. Scegliete, in questo caso, uno yogurt intero e utilizzatelo a crudo (o in ogni modo cuocetelo a fuoco molto dolce e per pochissimo tempo) perché la cottura prolungata uccide i fermenti vivi.

Lo yogurt è ampiamente usato nella cosmesi naturale come base per maschere di bellezza, è rinfrescante, pulisce la pelle e dona elasticità.
  • Maschera per pelli arrossate: mettete in un frullatore una o due foglie di lattuga, il contenuto di un vasetto di yogurt e un cucchiaino di miele d’acacia. Applicate sul viso pulito e lasciate agire per 20 minuti. Sciacquatevi poi, con acqua tiepida;

  • Maschera per pelli secche e rugose: frullate 5 o 6 fragole insieme con ½ vasetto di yogurt. Aggiungete poi, amido di frumento fino ad ottenere un composto morbido. Applicate sul volto e lasciate agire per 20 minuti (stando sdraiati su di un letto o una poltrona, senza muovere il volto). Lavatevi poi, con acqua tiepida;

  • Maschera rinfrescante: frullate una manciata di foglie di menta con un vasetto di yogurt. Applicate la maschera sul viso e lasciate agire per 20 minuti. Lavate poi, con acqua tiepida.


sabato 2 febbraio 2008

Aringhe marinate all'aneto (antipasto)


Ingredienti
· 4 filetti di aringa (privati della pelle);
· 320 gr. di pane di segala;
· 140 ml. di yogurt naturale bianco;
· 2 cucchiai di panna acida;
· 15 gr. di aneto fresco a pezzetti;
· 1 cucchiaio di zucchero di canna;
· 2 cucchiai di salsa Worcester;
· 140 ml. di aceto di vino bianco;
· 140 ml. di sherry secco.

Preparazione:
in una pentola di grandezza media, scaldate lo sherry con l’aceto, la salsa Worcester e lo zucchero e portate a ebollizione. Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare per circa 10 minuti in frigorifero; unite l’aneto e la panna acida.

Tagliate a listarelli (circa cm. 5) i filetti di aringhe e metteteli in un piatto di vetro; versatevi sopra la marinata, coprite e mettete in frigorifero per almeno 48 ore.
Unite lo yogurt e servite con fette di pane di segala.


Nota Bene
La marinatura mitiga il sapore delle aringhe.

lunedì 28 gennaio 2008

Oggi parliamo di: Pesce Azzurro

La fama del pesce azzurro si perde nei secoli. Già ai tempi dell’antica Roma era celebre il “garum”, la salsa per la quale si utilizzavano sgombri, sardine e acciughe. Un pesce “povero” dal punto di vista dei costi, ma ricco di acidi grassi “sani”, gli omega 3, capaci di abbassare il colesterolo del sangue.

Vengono definiti azzurri quei pesci che, oltre a caratterizzarsi per una colorazione blu scuro dorsale ed argentea ventrale, sono generalmente di piccole dimensioni e abbondano nei nostri mari. Le tre specie più pescate sono: l'alice, la sardina e lo sgombro. In realtà possono essere considerati azzurri per la loro colorazione anche molti pesci, diversi per dimensione e forme, come il tonno o il pesce spada. Il costo del pesce azzurro è ridotto, grazie alla grande quantità di pescato. Questo pesce si deteriora facilmente, caratteristica che ha favorito la nascita di diversi metodi di conservazione e distribuzione (conservazione sott'olio, sotto sale, lavorazione in pasta).

Il pesce azzurro ha una buona quantià di proteine e quantità variabili di grasso (da 1,05 g. per 100 g. dell'aguglia agli 11,1 dello sgombro). Anche l'apporto calorico è variabile, dalle 96 calorie dell'acciuga (ogni 100 g.) alle 168 dello sgombro. Medici e nutrizionista hanno evidenziato l'importanza del consumo di pesce quale alimento alternativo ad altri cibi proteici come formaggi, uova e carne.

Da un punto di vista nutrizionale il pesce azzurro presenta un apporto di proteine di elevata qualità e una particolare composizione dei grassi, ricchi di acidi grassi polinsaturi, soprattutto della serie omega 3, alcuni dei quali sono capaci di abbassare sia i grassi sia il colesterolo nel sangue. Il consumo di almeno 2-3 pasti di pesce azzurro a settimana, nel contesto di un'alimentazione equilibrata, può avere un ruolo importante nella prevenzione delle malattie coronariche.

Personalmente consumo due o tre volte a settimana il pesce azzurro e devo ammettere che oltre alla mia salute, fa bene anche alla mia tasca. Mi chiedo come mai le persone debbano necessariamente acquistare pesce costoso e povero di alimenti nutritivi, quando la cara piccola "acciuga" è ricca di omega 3 e povera economicamente?

Dilemmi della vita. Buon pesce azzurro a tutti.

Giancarlo Fornei

mercoledì 23 gennaio 2008

Carpaccio di pesce spada con le verdure

Ingredienti (4 persone):
· 400 g. di pesce spada a fettine sottilissime;
· 1 carota (80g.);
· 1 zucchina (90 g.);
· 1 costa di sedano bianco (50 g.);
· erba cipollina (qualche filo);
· 3 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva;
· 1 limone (il succo);
· sale q.b.

Preparazione:
spuntate e raschiate con un coltellino la carota e la zucchina; togliete le foglie ed eliminate i filamenti alla costa di sedano; lavate poi, tutte le verdure e asciugatele. Tagliate le verdure a filetti di circa 7 /8 cm. di lunghezza e 2 mm. di spessore; pulite l’erba cipollina con carta da cucina inumidita.

Versate l’olio, il succo di limone e il sale in una ciotolina, lavorateli per due minuti con una forchetta (amalgamate bene gli ingredienti in modo che la salsina diventi gonfia). Disponete le fettine di pesce spada sopra un largo piatto da portata (le fettine devono sovrapporsi il meno possibile – in questo modo s’insaporiscono meglio).

Disponetevi sopra i filetti di verdure e versate la salsina; completate con l’erba cipollina a pezzetti. Lasciate riposare per venti minuti.

Per decorare potete disporre, intorno al piatto da portata, fette di limone.

sabato 19 gennaio 2008

Stufato di pesce alla Greca

Ingredienti
· ½ mazzetto di prezzemolo fresco tritato;
· 1 cipolla – o 6 scalogni – tritati;
· 1 spicchio d’aglio tritato (grosso);
· 500 g. di pomodori freschi sbucciati e a pezzi;
· 100 ml di vino bianco secco;
· 2 cucchiai di foglie di finocchio fresco (facoltativo);
· succo di 1 limone;
· 1 cucchiao di olio extra vergine d’oliva;
· 700 g. di pesce senza spine a pezzi (es.: pesce spada, trota di mare, gamberi, mitili);
· pepe nero;
· sale marino q.b.

Preparazione:
in una grossa padella, scaldate l’olio e fate rosolare la cipolla (o gli scalogni) e l’aglio a fiamma bassa per cinque minuti, mescolando spesso. Versate i pomodori, il vino e l’acqua e cuocete per otto/dieci minuti, finchè i pomodori saranno morbidi, ma non cuoceteli troppo per conservare sapore e vitamina C.

Unite i pezzi di pesce e/o crostacei e molluschi, riportate a ebollizione e cuocete a fiamma media per cinque minuti, finchè morbidi (non cuocete troppo).
Togliete dal fuoco, unite il prezzemolo, il finocchio (facoltativo) ed il succo di limone. Salate, pepate e servite subito.

giovedì 17 gennaio 2008

Oggi parliamo di: Prezzemolo


Riconosciuto come alimento sano fin dagli antichi Romani è uno dei cibi più ricchi di nutrienti, soprattutto perché si consuma crudo. Le foglie di prezzemolo, fresche o essiccate, danno sapore a un’innumerevole varietà di piatti (uova strapazzate, omelette, puré, insalate, pollo, pesce, minestre, ecc).

Esistono due principali qualità di prezzemolo, una dalla foglia arricciata e carnosa, l’altra dalla foglia liscia e piatta. Dalle foglie fresche del prezzemolo (sia liscio che riccio), si ricava una gelatina benefica e, sempre con entrambi i tipi di foglie, si può preparare il tè al prezzemolo.

· Aiuta l’organismo ad eliminare un eccesso di liquidi: l’effetto diuretico del prezzemolo è evidente anche dopo averne consumato solo gr. 25; per questo è stato usato come rimedio tradizionale contro la gotta, la ritenzione idrica e una scarsa funzione renale;
· Molto ricco di vitamina C e caroteni: chi consuma molti cibi ricchi di questi antiossidanti ha meno fattori di rischio di cancro, malattie cardiache, ictus e cataratta;
· Associa vari nutrienti che combattono l’anemia: solo gr. 25 di prezzemolo forniscono più ferro di una braciola di maiale da gr. 200; oltre ad un’alta concentrazione di ferro, è ricco di folato, utile anche per la produzione di globuli rossi e di vitamina C, che migliora l’assorbimento del ferro;
· Buona fonte di calcio: il prezzemolo è un’utile fonte di calcio, come i latticini, per chi non può o non ama consumare quest’ultimi.

25 gr. di prezzemolo fresco al giorno sono un modo semplice per migliorare l’assunzione di ferro, calcio e folato, nonché soddisfare il fabbisogno quotidiano per un adulto di vitamina C. Benché il prezzemolo sia una ricca fonte di folato, gli erboristi consigliano di non consumarne più di gr. 15 al giorno in gravidanza, perché sembra che stimoli le contrazioni uterine.

Lavatelo sempre con cura per eliminare i residui di pesticidi e conservatelo coperto nel frigo. Usate abbondante prezzemolo fresco in salse, zuppe, insalate e condimento (tagliatelo e aggiungetelo poco prima di servire, per conservare sapore e valori nutritivi).

venerdì 4 gennaio 2008

Buon Anno


A tutte le amiche ed amici della mailing list. Ai navigatori dei miei siti e dei miei blog. Ai lettori dei siti che ospitano i miei articoli…
Buon Anno e che il 2008 porti a tutti Voi serenità e abbondanza.
A fine dicembre, come ogni anno, ho preparato la “Lista degli Obiettivi” per il 2008. Naturalmente, non starò a farvi il lungo elenco delle cose che mi sono proposto di raggiungere in questo nuovo anno, quello che m’interessa è ricordare, ad ognuno di Voi, che è d’importanza fondamentale, per la Vostra mente, fare la stessa cosa e mettere per iscritto i Vostri obiettivi.
Fate un elenco delle cose belle che Vorreste avere, dei sogni che Vorreste realizzare, dei desideri che Vi piacerebbe si avverassero. Mettete queste cose per iscritto e giorno dopo giorno, immaginatevi come se li aveste già raggiunti, si fossero già realizzati.
Ricordatevi che il mondo è regolato da una legge molto speciale, chiamata “Legge di Attrazione”.
Attraverso i Vostri pensieri, attraete tutte le cose che vi arrivano, siano esse belle o brutte. Che lo crediate o no, questa legge esiste e pertanto, Vi invito a pensare sempre e solo a cose belle, a cose positive.
Fatelo e sono certo che il 2008 sarà, per Voi, un anno fantastico e molti di quei sogni e di quei desideri, forse, si realizzeranno.
Un abbraccio, Giancarlo Fornei

Dona ora quello che vuoi

Ti sono piaciute le informazioni che hai trovato nel blog? Le ritieni interessanti e utili? Allora aiutaci a tenerlo costantemente aggiornato e ricco di news. Fai la tua donazione in piena libertà. Può bastare anche un solo euro. Clicca qui sotto per donare quello che desideri, quello che puoi. GRAZIE

Etichette

Alimentazione Sana (571) Ebook e Libri Consigliati (449) Ricette - secondi (186) Ricette - primi (168) Ricette - pesce (129) Ricette - dolci (127) Oggi Parliamo di Alimenti (112) In Tavola (110) Ricette - contorni (87) Erbe Aromatiche (77) La Nazione (73) News (73) Ricette - antipasti (72) Oggi Parliamo di (70) Pomodoro (70) Patate (64) Prodotti consigliati (64) Alimenti che fanno bene (59) Zucchine (56) Carote (54) Ricetta - dolci (50) Peperoni (44) Consigli (43) Arance (41) Ricetta - primi (41) Ricotta (41) Uova (40) Alimenti che allungano la vita (36) Viversani e belli (36) Zucca (35) Porro (34) Riso (34) Cipolla (33) Cucina no problem (33) Melanzane (33) Ricette - carne (33) Ricette insalate (32) Carciofi (31) Pinoli (31) Ricetta - antipasti (30) Ricetta - secondi (30) Limone (29) Yogurt (29) Fragole (28) Yogurt greco (28) Ricette - zuppe (27) Asparagi (26) Spinaci (26) Carne bianca (25) Cucinare al microonde (25) Mandorle (25) Spezie (25) Cioccolato fondente (24) Finocchi (24) Mela (24) Ricette - risotti (24) Cipolle (23) Gherigli di noce (23) La pasta fatta in casa (23) News brevi (23) Piselli (23) 500 ricette con le verdure (22) Cucina Leggera (22) Panna (22) Zenzero (22) Miele (21) Cucina Moderna (20) Formaggio Caprino (20) Funghi (20) Menta (20) Mirtilli (20) Pomodorini (20) Ricette - insalate (20) Ricette senza grassi (20) Cannella (19) Baccalà (18) Frutti di bosco (18) Microonde cucinare sano e veloce (18) Salmone (18) Castagne (17) Gente (17) Insalata (17) Occhio alla spesa (17) Pesce Azzurro (17) Prosciutto crudo (17) Ricette - estive (17) Ricette sformati (17) Avocado (16) Cavolfiore (16) Ceci (16) Erba Cipollina (16) Germogli (16) Oggi vi insegno a preparare......... (16) Più Sani Più Belli (16) Prosciutto cotto (16) Ricetta - vellutata (16) Ricette - creme (16) Salute (16) Uvetta (16) Verdure miste (16) Banane (15) Gamberi (15) Parmigiano Reggiano (15) Ricetta - torta salata (15) Ricette - dolci estivi (15) Ricette - torte salate (15) Sedano (15) Zafferano (15) Cioccolato (14) Formaggi (14) Guida Cucina (14) Oggi Cucino (14) Radicchio (14) Aceto balsamico (13) Alici (13) Broccoli (13) Cipollotti (13) Di Più Cucina (13) Funghi porcini (13) Latte (13) Mele (13) Parmigiano (13) Pecorino (13) Peperoncino (13) Ricetta - contorno (13) Ricetta - zuppa (13) Ricette - conserve (13) Ricette - dolci con la frutta (13) Rucola (13) Ananas (12) Grana Padano (12) Limoni (12) Noci (12) Pompelmo (12) Prevenzione a tavola (12) Senape (12) Vongole (12) Arancia (11) Code di gambero (11) Cucina Vegetariana (11) D La Repubblica (11) Gamberetti (11) Melone (11) Olive nere (11) Pistacchi (11) Ricetta - pesce (11) Ricette - piatto unico (11) Bietola (10) Cavolo nero (10) Finocchietto (10) Gianfranco Vissani (10) Il Tirreno (10) Pere (10) Prezzemolo (10) Ricetta - piatto unico (10) Salmone affumicato (10) Vero Cucina (10) Zucchero di canna (10) Acciughe (9) Aglio (9) Benessere (9) Carne rossa (9) Fagioli cannellini (9) Grazia (9) Intervista (9) Nocciole (9) Nuovo Consumo (9) Pane casereccio (9) Pasta sfoglia (9) Radicchio trevigiano (9) Ricette torte salate (9) Triglia (9) Yogurt magro (9) Acciughe salate (8) Albicocche (8) Branzino (8) Cacao amaro (8) Cereali (8) Cipolla rossa (8) Curry (8) Da noi (8) Fagiolini (8) Fare la pasta all'uovo (8) Fiocchi d'avena (8) Frutta fresca di stagione (8) Gnocchi (8) Legumi (8) Lenticchie (8) Merluzzo (8) Pane raffermo (8) Pasta integrale (8) Ricetta - crema (8) Ricetta - frittata (8) Ricetta - insalata (8) Ricette - Vellutata (8) Ricette - biscotti (8) Ricette - primi di pesce (8) Ricette con le verdure (8) Salvia (8) Semi di sesamo (8) Seppie (8) antiossidanti (8) Basilico (7) Capperi (7) Carne di vitello (7) Cetriolo (7) Cozze (7) Fichi (7) InTavola (7) Insalata lattuga (7) Lamponi (7) Lime (7) Mais (7) Natù (7) Orzo perlato (7) Pane Toscano (7) Pera (7) Petto di pollo (7) Pollo (7) Ricetta - biscotti (7) Ricetta - carne (7) Ricette - salse (7) Salsa di soia (7) Scalogno (7) Semi di finocchio (7) Speck (7) Tofu (7) Tonno (7) Uva (7) Verdure (7) Verza (7) Cucina Vegana (6) Cucina tipica toscana (6) Erbette (6) Fave (6) Filetti di acciuga (6) Formaggio Feta (6) Gelato (6) INRAN (6) La grande Enciclopedia dei dolci (6) Mozzarella (6) Orata (6) Pangrattato (6) Papaia (6) Pasta fatta in casa (6) Peperoncino piccante (6) Pomodori secchi (6) Ricetta - frittelle (6) Ricetta - mousse (6) Ricetta - sformati (6) Ricette - focacce (6) Ricette - gnocchi (6) Ricette - verdure (6) Ricette con formaggi (6) Ricette pesce (6) Risotti (6) Starbene (6) Tonno sott'olio (6) Vino rosso (6) Vitamine (6) Agnello (5) Anguria (5) Auguri Pubblici (5) Biscotti amaretti (5) Brodo vegetale (5) Caffè (5) Calamari (5) Chef Roberto Di Mauro (5) Confettura (5) Coniglio (5) Crucifere (5) Cucina Dietetica (5) Cucinare spendendo poco (5) Donna Moderna (5) Fagiolini verdi (5) Farina di Mandorle (5) Farina integrale (5) Frittura (5) Gorgonzola (5) Insalatina (5) La Freccia (5) Mango (5) Meringa (5) Olive (5) Omega 3 (5) Pasta all'uovo (5) Pasta amore e fantasia in cucina (5) Pasta brisée (5) Peperone (5) Pesce Spada (5) Pesche (5) Ravioli (5) Ricetta - cheesecake (5) Ricetta - dolce (5) Ricetta - risotti (5) Ricette - aperitivo (5) Ricette - frittate (5) Ricette - marmellata (5) Ricette - uova (5) Ricotta light (5) Rum (5) Sapere e Salute (5) Sogliola (5) Soufflé (5) Tortelli (5) Trota (5) Vegetariani in cucina (5) Zucchero (5) Agrumi (4) Alimenti amici del cuore (4) Anice stellato (4) Birra (4) Biscotti secchi (4) Cannelloni (4) Capesante (4) Cardi gobbi (4) Cheesecake (4) Cipolle di Tropea (4) Cottura a vapore (4) Crostate (4) Cucinare con i fiori (4) Dieta Mediterranea (4) Dvd consigliati (4) Fagioli (4) Farina di castagne (4) Farina di grano saraceno (4) Formaggio Gruviera (4) Frutta secca (4) Insalata Indivia (4) Kiwi (4) La cucina della salute (4) Lasagne (4) Maionese (4) Mandarino (4) Mascarpone (4) Mele Cotogne (4) Mele Renette (4) Miele di acacia (4) Mozzarella di Bufala (4) Olio Extra Vergine di Oliva (4) Pancarrè (4) Patate dolci (4) Pesce Grasso (4) Plum Cake (4) Quinoa (4) Ricetta - crostate (4) Ricetta - muffin (4) Ricetta - pinzimonio (4) Ricetta - pizza (4) Ricetta - quiche (4) Ricetta - soufflè (4) Ricetta - verdure (4) Ricetta tipica toscana (4) Ricette - budino (4) Ricette - crostate (4) Ricette - mousse (4) Ricette - primi freddi (4) Ricette - sformati (4) Ricette - verdure ripiene (4) Ricette consigliate dal dietologo (4) Ricette dolci (4) Sardine (4) Scamorza (4) Sedano rapa (4) Semi di papavero (4) Silhouette (4) Sorbetti (4) Spinaci novelli (4) Tartufo (4) Tartufo nero (4) Vaniglia (4) Verdure di stagione arrostite (4) Vero (4) Yogurt naturale (4) tabasco (4) Agro dolce (3) Andrea Ghiselli (3) Beatrice Barbieri (3) Biscotti (3) Borragine (3) Bottarga di muggine (3) Bresaola (3) Broccoletti (3) Cacao (3) Carne di manzo (3) Carpaccio di mare (3) Catalogna (3) Cavolo cappuccio (3) Cavolo rosso (3) Celiachia (3) Chef Accursio Capraro (3) Chef Monica Bianchessi (3) Chef Oldani (3) Chiodi di garofano (3) Cioccolato bianco (3) Cipolle borrettane (3) Cipolline (3) Cocco (3) Contorno mediterraneo (3) Crema di riso (3) Cucinare a vapore (3) Da sapere (3) Dentice (3) Di Più (3) Dieta 5 colori (3) Dolci Tentazioni (3) Dottor Matteo Coppola (3) Emmenthal (3) Erbe di campo (3) Farina di ceci (3) Farro perlato (3) Filetto di bovino (3) Fiori di zucchina (3) Focaccia (3) Formaggi vari (3) Formaggio (3) Formaggio di capra (3) Formaggio primo sale (3) Frittata (3) Frutta (3) Frutta candita (3) Gamberoni (3) Insalata scarola (3) Le ricette di una di Voi (3) Lemon curd (3) Lo yogurt come farlo e...tante gustose ricette (3) Marinatura (3) Marmellata (3) Mauela Soressi (3) Millefoglie (3) Millionaire (3) Molluschi (3) Mortadella (3) Mousse (3) Muesli (3) Natacha Arnoult (3) Nero di seppia (3) Oggi vi insegno a preparare............ (3) Ortica (3) Pagello (3) Pane fatto in casa (3) Pane integrale (3) Panna acida (3) Panorama (3) Papaya (3) Pasta (3) Pasta di pane (3) Pasta fresca (3) Pasta frolla (3) Pecorino sardo (3) Pesce Razza (3) Pesto (3) Pietro Leemann (3) Pinzimonio (3) Polpo (3) Porto (3) Puntarelle (3) Regali di Natale (3) Ribes (3) Ricetta - carne bianca (3) Ricetta - conserve (3) Ricetta - crespelle (3) Ricetta - dolcetti (3) Ricetta - lasagne (3) Ricetta - polpette (3) Ricetta - salse (3) Ricetta - tortino (3) Ricette - cocktail (3) Ricette - confettura (3) Ricette - economiche (3) Ricette - frittelle (3) Ricette - fritto (3) Ricette - involtini (3) Ricette - stuzzichini (3) Ricette - sughi (3) Ricette - tipica toscana (3) Ricette - tipiche (3) Ricette contorni (3) Ricette tipiche natalizie (3) Ricotta di pecora (3) Robiola (3) Salsa worcester (3) Sciroppo d'agave (3) Seitan (3) Sgombri (3) Soia (3) Tacchino (3) Tagliatelle fresche (3) Tartare (3) Timo (3) TopSalute (3) Tè verde (3) Uova di quaglia (3) Vegan Home (3) Vellutata (3) Vero Salute (3) Video (3) Vitello (3) You Tube (3) crostini di pane (3) 50 ricette semplici (2) AIRC (2) Abbinamenti (2) Acidi grassi omega-3 (2) Adriana Cantisani (2) Alga nori (2) Alghe (2) Alimentazione in età prescolare e scolare (2) Anatra (2) Arachidi (2) Aromi (2) Barbabietola (2) Barbabietola rossa (2) Bavarese (2) Bietolina (2) Biologico (2) Brandy (2) Brodo di carne (2) Caciocavallo (2) Calamaretti (2) Canditi (2) Cappone (2) Caramello (2) Carboidrati (2) Carbonara (2) Carne di maiale (2) Carne di pollo (2) Cavolo cinese (2) Cavolo verza (2) Cicerchie (2) Ciliege (2) Cime di rapa (2) Cioccolato al latte (2) Colesterolo (2) Conferenze (2) Cordiandolo (2) Corn Flakes (2) Cosa farne degli avanzi (2) Cous Cous (2) Crema (2) Crespelle (2) Crocchette (2) Cucina di stagione (2) Cucina etnica (2) Cuscus (2) D - La Repubblica (2) Da acquistare (2) Dario Bressanini (2) Davide Oldani (2) Dolci di frutta (2) Dottoressa Simona Perseo (2) Eventi in Italia (2) Fare la pasta in casa senza uova (2) Farro (2) Fesa di tacchino (2) Fiammetta Fadda (2) Fichi neri (2) Fico (2) Filetto di manzo (2) Fitonutrienti (2) Flavonoidi (2) Fonduta (2) Fontina (2) Formaggio Tomino (2) Frittura leggera di verdure (2) Frullati verdi (2) Frutta al barbecue (2) Funghi secchi (2) Gallinella di mare (2) Gazpacho (2) Giorgio Calabrese (2) Gran misto di verdura (2) Gruppo Giancarlo Fornei (2) Il Broccoletto (2) Insalata Iceberg (2) Insalata di mare (2) Insalata di riso (2) Integratori (2) Interviste esperti (2) La Cucina Italiana (2) La cinquina vincente (2) La soia (2) Latte di soia (2) Latte scremato (2) Licopene (2) Limoncello (2) M.Cristina Sparaciari (2) Macedonia (2) Maggiorana (2) Maltagliati di castagne (2) Marco Bianchi (2) Marsala secco (2) Marzapane (2) Melagrana (2) Miele di castagno (2) Miglio (2) Mostarda (2) Mousse al cioccolato (2) Muffin (2) Natural Style (2) Noce moscata (2) Nuovo (2) Ok La Salute (2) Olive taggiasche (2) Ortaggi (2) Ostriche (2) Pancakes (2) Pane ai 5 cereali (2) Pannacotta (2) Pappardelle (2) Passata di pomodoro (2) Pasta ripiena (2) Percorsi formativi (2) Pesce crudo (2) Pesto di rucola (2) Petto d'anatra (2) Pillole (2) Polenta (2) Polifenoli (2) Programma Yogurt Dieta (2) Prosciutto di Parma (2) Prosciutto di Praga (2) Rabarbaro (2) Radicchio Chioggia (2) Report Gratuiti (2) Ricetta - Bavarese (2) Ricetta - cannelloni (2) Ricetta - crepes (2) Ricetta - crostini (2) Ricetta - dolci pasquali (2) Ricetta - involtini (2) Ricetta - plumcake (2) Ricetta - primi di effetto (2) Ricetta - rotolo verdure (2) Ricetta - uova (2) Ricetta - verdure crude (2) Ricetta - verdure ripiene (2) Ricetta tipica emiliana (2) Ricetta tipica siciliana (2) Ricette - castagne (2) Ricette - confetture (2) Ricette - dolcetti (2) Ricette - gelato (2) Ricette - natalizie (2) Ricette - pizza (2) Ricette - plum cake (2) Ricette - semifreddo (2) Ricette bevande (2) Ricotta romana (2) Ricotta salata (2) Ricotta secca (2) Riso con pere (2) Riso integrale (2) Rita Spangaro (2) Rombo (2) Rosmarino (2) Sali minerali (2) Salsa agrodolce (2) Salsa tonnata light (2) Salsiccia (2) Scampi (2) Seba (2) Semi di Chia (2) Semi di cumino (2) Semolino (2) Set pacchetti assaggio (2) Sherry (2) Speciale Peperoni (2) Stefania Carlevaro (2) Succo d'arancia (2) Succo di mela (2) Succo di pomodoro (2) Susanna Sforza (2) Sushi (2) Taleggio (2) Tartufo bianco (2) Tonno al naturale (2) Topinambur (2) Torrone (2) Tortine di carota (2) Toscana Tascabile (2) Un grazie a Paola (2) Uova di salmone (2) Verdure a foglie verdi (2) Verdure di stagione (2) Verdure grigliate (2) Verdure spesso poco utilizzate (2) Vino bianco (2) Violetta (2) Viversani e belli; Belli (2) Zabaione (2) Zucchine tonde (2) 100 ricette per mangiar sano (1) 50 ricette facili (1) 9 regole per una polenta perfetta (1) AIC (1) Acciughe sott'olio (1) Aceto di mele (1) Aceto di sidro (1) Adriana Albini (1) Agretti (1) Albicocche essiccate (1) Albumi (1) Alessandro Circiello (1) Alice Delcourt (1) Alimenti (1) Anacardi (1) Andrea Segrè (1) Aneto (1) Anna Maria Botticelli (1) Anna Moroni (1) Anna Rita Simoncini (1) Antiche ricette (1) Antipasti di Verdure (1) Antociani (1) Antonella Martinelli (1) Apuasalus (1) Aringa affumicata (1) Asiago (1) Assumere calcio senza ingrassare (1) Astice (1) Attenzione alle calorie (1) Baccalà in umido (1) Bacche di ginepro (1) Bacche di goji (1) Baci Perugina (1) Bagna cauda (1) Banane caramellate (1) Bancarella Cucina (1) Barba di frate (1) Bavarese al limone; La cucina della salute (1) Beatrice Calia (1) Benessere a tavola (1) Besciamella (1) Betty Senatore (1) Bianchetti (1) Biscotti wafer (1) Blinis (1) Bollito (1) Brioche (1) Brodo di pollo (1) Bruschette (1) Bucce di patate fritte (1) Buccellato (1) Budino di carote (1) Budino di cavolfiore (1) Bulghur (1) C.Rostang (1) Caciotta (1) Caciotta toscana (1) Caciucco alla livornese (1) Calcio (1) Calzone (1) Camomilla (1) Cappelletti all'emiliana (1) Cardi (1) Cardo gobbo (1) Carlo Cracco (1) Carmella Stella (1) Carne affumicata (1) Carne di Bovino (1) Carne di tacchino (1) Carne e verdure bollite (1) Carne macinata (1) Carota (1) Carotine (1) Carpaccio di salmone (1) Cassata siciliana (1) Castagnaccio (1) Castello di Terrarossa Lunigiana (1) Catherine Leclercq (1) Cavatelli fatti in casa (1) Cavoli (1) Cavolini di Bruxelles (1) Cavolo Trunzu (1) Cavolo bianco (1) Cavolo cappuccio verde (1) Centrifuga (1) Champagne (1) Chef Carlo Cracco (1) Chef Marcello Zaccaria (1) Chef Marco Stabile (1) Chef Paolo Margheri (1) Chef Vito Mollica (1) Chi mangia sano vive cent'anni (1) Chiacchiere di carnevale (1) Chips di banane (1) Christine Burgess (1) Chutney di zucca (1) Cialde (1) Ciambella (1) Ciambella pasquale (1) Cibi Fermentati naturali (1) Cibi Integrali (1) Cibi salutari (1) Cicoria riccia (1) Cicorietta selvatica (1) Cicorino (1) Ciliegie candite (1) Cioccolata calda (1) Cioccolato gianduia (1) Cipolle aromatiche (1) Cipolle ripiene (1) Cipolle rosse (1) Cipolline in agrodolce (1) Cipollotti novelli (1) Claudia Florio (1) Claudio Maffeis (1) Cocco disidratato (1) Coda di rospo (1) Coldiretti (1) Colesterolo buono (1) Collabora con Giancarlo Fornei (1) Colomba fatta in casa (1) Coltivare i germogli in casa (1) Coltivare i pomodori sul terrazzo in modo originale (1) Coltivare lo zafferano in terrazzo (1) Come cucinare le uova (1) Come cuocere il pesce (1) Come fare il pesto alla genovese (1) Comportamento a tavola (1) Composta (1) Confettini (1) Confettura di radicchio e arancia (1) Consorzio Tutela Grana Padano (1) Corsi (1) Coste (1) Cotechino (1) Cotognata (1) Cottura al cartoccio (1) Crema di baccalà (1) Crema di sesamo (tahina) (1) Crema di sesamo (tahini) (1) Cremé Caramel (1) Crepes salate (1) Crescenza (1) Crescione (1) Croccante (1) Crostini (1) Crème brulée (1) Cucina afrodisiaca (1) Cucina tipica ligure (1) Cucina tipica marchigiana (1) Cucina tipica sarda (1) Cucina tipica siciliana (1) Cucina vegana impariamo a usare le spezie (1) Cucinare al vapore (1) Cucinare senza sprechi (1) Curcuma (1) Curiosità (1) Cyrus Raji (1) D.Khayat (1) Da leggere (1) Da prendere come esempio (1) Dashi (1) David Frenkiel (1) Dieta Rossa (1) Dieta del ConSorBen (1) Dipartimento di Sanità Pubblica e di Microbiologia (1) Diva (1) Dolce Charlotte (1) Dolce glassato al limone (1) Dolce tipico ungherese (1) Domande e risposte (1) Donatella Nicolò (1) Dott.ssa Roberta Sermattei (1) Dottor Paolo Bellingeri (1) Dottor Tommaso Stasi (1) Dottoressa Annarosa Pretaroli (1) Dottoressa Roberta Martinoli (1) Elisabetta San Pietro (1) Ennio Lazzarini (1) Erbe Selvatiche (1) Essenze di felicità (1) Estratto di vaniglia (1) Eurochocolate (1) Evitare gli sprechi (1) Fagioli borlotti (1) Fagioli di Spagna (1) Fagioli neri (1) Fagioli toscanelli (1) Fagioli zolfini (1) Famiglia delle cicorie (1) Fare la pasta colorata (1) Farina di cocco (1) Farina di farro (1) Farina di kamut (1) Farina di riso (1) Farina gialla fioretto (1) Farine (1) Farro integrale (1) Fasolari (1) Fate attenzione a (1) Fegatini (1) Fegatini di pollo (1) Fegato (1) Fegato di razza (1) Ferro (1) Fesa di vitello (1) Fettuccine (1) Fibre (1) Filetti di gallinella (1) Filetto di maiale (1) Fiorella Balzamo (1) Fiori di borragine (1) Fiori di lavanda (1) Fiori di primula (1) Foglie di borragine (1) Formaggi Freschi (1) Formaggi erborinati (1) Formaggio Asiago (1) Formaggio Brie (1) Formaggio Camembert (1) Formaggio Fontina (1) Formaggio Grana (1) Formaggio Roquefort (1) Formaggio cremoso (1) Formaggio di Fossa (1) Formaggio light (1) Formaggio magro (1) Formaggio morbido (1) Formaggio provola (1) Formaggio quartirolo (1) Foto (1) Fragoline di bosco (1) Francesca Ciuffi (1) Francesco Ragghianti (1) Frittelle di baccalà (1) Fritto vegetale Giapponese (1) Frutta esotica (1) Frutta essiccata (1) Frutti del cappero (1) Frutti di mare (1) Frutti esotici (1) Frutto della passione (1) Fruttosio (1) Funghi porcini sott'olio (1) Gambero Rosso (1) Gattuccio di mare (1) Gelatina di petali di rose (1) Gelatina in fogli (1) Gelato alla stracciatella (1) Gelo d'arancia (1) Germe di grano (1) Germogliatore (1) Ghiaccioli fatti in casa (1) Gian Arturo Rota (1) Giardini (1) Giorgio Donegani (1) Giovanni Morandi (1) Giulia Visci (1) Giuliana Badodi (1) Giuliana Lomazzi (1) Giuseppe Cocca (1) Glassa balsamica (1) Gluten Free (1) Gnocchetti sardi (1) Gnocchi al limone e broccoli (1) Gnocchi di farina di castagne (1) Gnocchi di pane (1) Gnocchi di semolino (1) Gocce di cioccolato (1) Golden rice (1) Goulash (1) Gozzo (1) Grana Padano DOP (1) Granchio (1) Grand Marnier (1) Granella di mandorle (1) Granite (1) Grano (1) Grano saraceno (1) Grappa (1) Gratin (1) Group Giardinia magazine (1) Guanciale (1) I 7 post più letti su Alimentazione Sana (1) I benefici del germe di grano (1) Il Burro (1) Il Venerdì di Repubblica (1) Il cioccolato (1) Il gusto della gioia (1) Il gusto fa scuola (1) Il nuovo blog (1) Il veleno nel piatto (1) Indice glicemico (1) Ingo (1) Ingo Potrykus (1) Insalata nizzarda (1) Insalata novella (1) Insalata trevisana (1) Integratori naturali (1) Involtini (1) Io mi muovo 10 minuti per 30 giorni esercizi e ricette per mantenersi in forma (1) Isotta Positani (1) Katia Peroni (1) Kebab (1) Kermesse del cioccolato (1) Kermesse gastronomica (1) L'arte di utilizzare gli avanzi della mensa (1) La Borragine (1) La Borsa della salute Aboca (1) La Cucina Toscana (1) La Gallina Cubista (1) La Toscana in cucina (1) La borsa della spesa intelligente (1) La cecina (1) La frittata (1) La redazione consiglia (1) La redazione di Alimentazione e Cucina Naturale consiglia (1) Lambrusco (1) Lampascioni (1) Lardo (1) Lardo di Colonnata (1) Latte concentrato (1) Latte di mandorle (1) Lattughino (1) Laura Cuccato (1) Lavanda (1) Lavora con noi (1) Le Bacche di Goji (1) Le arance della salute (1) Le cipolle (1) Lenticchie rosse (1) Liliana Cavanna (1) Love cooking (1) Lucia Giovannini (1) Luigi Veronelli (1) Luis Vindahl (1) Luisa Contri (1) Luppolo (1) Magnesio (1) Magoni di pollo (1) Mahiya Zoe' Matthews (1) Maionese senza uova (1) Maltagliati integrali fatti in casa (1) Mangiar Bene (1) Manuela Soressi (1) Manzo arrosto (1) Manzo lessato (1) Maqui (1) Maraschino (1) Marcello Zaccaria (1) Marco Bottura (1) Maria Spezia (1) Marie-Monique Robin (1) Marron glacé (1) MasterChelf (1) Matias Perdomo (1) Mazzoncolle (1) Melograno (1) Menopausa (1) Michele Riefoli (1) Miele d'arancio (1) Miele di Manuka (1) Mini Tatin (1) Ministero Politiche Agricole (1) Ministero dell'Istruzione e Federalimentare (1) Mirin (1) Mollica di pane (1) Mopur (1) Mostra Mercato del Tartufo Bianco di San Miniato (1) Mozzarella fior di latte (1) Muscolo di grano (1) Myself (1) Nasello (1) Natura Style (1) Nespole (1) New (1) Nichi Stefi (1) Nidi di linguine (1) Nitrosamine (1) No alcol (1) Noci di Macadamia (1) Non si butta via nulla (1) Noodles (1) Nutrigenomica (1) Nutrizionista Gigliola Braga (1) Oggi parliamo di patate (1) Olio (1) Olio aromatizzato (1) Olio di lino (1) Olio di mais (1) Olio di semi (1) Omega 6 (1) Opportunità di lavoro (1) Optima (1) Orto domestico con i germogli (1) Orzo (1) Pan di Spagna (1) Pandoro (1) Pane (1) Pane Carasau (1) Pane arabo (1) Panettone (1) Paolo Pigozzi (1) Pappa al pomodoro (1) Parlami d'amore Ragù (1) Pasqualina (1) Pasta Maltagliati (1) Pasta al sale (1) Pasta di acciuga (1) Pasta di mandorle (1) Pasta madre (1) Pasta nera di fagioli (1) Pasta per pizza (1) Pasta senza uova (1) Patate novelle (1) Patrizia Rusconi (1) Paté di olive nere (1) Pecorino toscano stagionato (1) Peperoni in agrodolce (1) Per accompagnare i formaggi (1) Per una buona cottura (1) Pere sciroppate (1) Pernod (1) Perugia (1) Perugina (1) Pesce (1) Pesce Persico (1) Pesce San Pietro (1) Pesce misto (1) Pesche noci (1) Pesto alle mandorle (1) Petali di rose (1) Piadine (1) Piccione (1) Pietro A. Migliaccio (1) Pillole di filosofia dello chef Oldani (1) Pizza (1) Polipetti (1) Pollo in crosta (1) Polpa di agnello (1) Polpa di granchio (1) Polpette (1) Polpette vegetariane (1) Pomodori pelati (1) Pomodoro Nero (1) Prof. Andrea Ghiselli (1) Prof. Nicola Sorrentino (1) Professor Antonio Migliaccio (1) Professor Umberto Veronesi (1) Proprietà benefiche della mela (1) Prosciutto Crudo Principe (1) Proteine (1) Prugne secche (1) Punta di vitello (1) Quale olio usare (1) Radicchio Igp (1) Radio Nostalgia (1) Raffinazione Cereali (1) Ragù di fegatini (1) Ragù di pesce (1) Ragù vegetale (1) Ravanelli (1) Raw food (1) Repubblica (1) Ricci di mare (1) Ricerche (1) Ricetta - bevande (1) Ricetta - composta (1) Ricetta - crema per crostini (1) Ricetta - crocchette (1) Ricetta - dolci natalizi (1) Ricetta - drink (1) Ricetta - focacce (1) Ricetta - formaggi (1) Ricetta - gelato (1) Ricetta - ghiaccioli (1) Ricetta - gnocchi (1) Ricetta - gnocchi di semolino (1) Ricetta - macedonia (1) Ricetta - mangia e bevi (1) Ricetta - minestrone (1) Ricetta - muffin salati (1) Ricetta - pancakes salati (1) Ricetta - panzerotti (1) Ricetta - pasquale (1) Ricetta - porridge (1) Ricetta - regionale (1) Ricetta - salata (1) Ricetta - sugo (1) Ricetta - tatin (1) Ricetta - tipica natalizia (1) Ricetta - tipica toscana (1) Ricetta - tisana (1) Ricetta - torta (1) Ricetta - tortilla (1) Ricetta - vol-au-vent dolci (1) Ricetta fonduta (1) Ricetta pasta gratinata (1) Ricetta tipica friulana (1) Ricetta tipica natalizia (1) Ricetta tipica pugliese (1) Ricetta tipica sicula (1) Ricette - crocchette (1) Ricette - crude (1) Ricette - dolcetti natalizi (1) Ricette - dolci pasquali (1) Ricette - etniche (1) Ricette - flan (1) Ricette - frittata di pasta (1) Ricette - pane fatto in casa (1) Ricette - panini farciti (1) Ricette - pasta fatta in casa (1) Ricette - polpette (1) Ricette - polpettone (1) Ricette - riso (1) Ricette - salata (1) Ricette - sorbetto (1) Ricette - torte light (1) Ricette Enrica (1) Ricette a base di uova (1) Ricette a base di verdura (1) Ricette con le verdure (1) Ricette crepes salate (1) Ricette pizze (1) Ricette primi (1) Ricette primi di pesce (1) Ricette tipiche (1) Ricette tradizionali (1) Ricette vegetariane per i bambini (1) Ricette- biscotti (1) Ricotta affumicata (1) Ricotta vaccina (1) Rigatino (1) Rimedi Naturali (1) Riso da sushi (1) Riso latte (1) Riso soffiato (1) Roberto Ferrari (1) Rocco Moliterni (1) Roveja (1) Salame (1) Sale Iodato (1) Salsa al chili (1) Salsa al limone (1) Salsa al rafano (1) Salsa al sesamo (1) Salsa alla paprica (1) Salsa wasabi (1) Salse (1) Salse per carni (1) Salse per pesce (1) Sangria alternativa (1) Sara Farnetti (1) Scaldavivande (1) Scienza vegetariana (1) Semi Oleosi (1) Semi di aneto (1) Semi di girasole (1) Semi di lino (1) Semi di papaya (1) Semi di zucca (1) Semifreddo (1) Seppioline (1) Sergio Maria Teutonico (1) Sesamo (1) Set per muffin (1) Sformatini (1) Sformato (1) Shoyu (1) Silvia Mobili (1) Silvia Strozzi (1) Songino (1) Sorbett (1) Sostenere l'AIRC (1) Sottaceti in agrodolce (1) Spaghetti di riso (1) Speciale Ricette (1) Speciale Risotti (1) Spezzatino di seitan (1) Spiegini (1) Stoccafisso (1) Straccetti di carne (1) Stracchino (1) Succhi di frutta (1) Sugarello (1) Sugo ratatouille (1) Surimi (1) Susanna Eduini (1) Sushi nigiri (1) Susine (1) Taccole (1) Tagliata (1) Tagliatelle ai funghi porcini (1) Tagliatelle di riso (1) Tamari (1) Tarassaco (1) Tartellette (1) Tempeh (1) Teresa Tranfaglia (1) Terra Nuova (1) Terrina di salmone (1) The Green Kitchen (1) Tiramisù (1) Tiroide (1) Tisane (1) Tiziana Stefanelli (1) Torta coi bischeri (1) Torta con meringa e gelato (1) Torta d'erbe (1) Torta di pane (1) Torta salata (1) Tortellini (1) Tortilla (1) Tranci di tonno (1) Trofie fatte in casa (1) Trota salmonata (1) Tuorli (1) Tè nero (1) Udon (1) Un nuovo blog (1) Università UILM (1) Uova di lompo (1) Uovo di cioccolato fondente (1) Utilizzare i fiori in cucina (1) Verdue grigliate (1) Verdura (1) Verdure al cartoccio (1) Verdure al forno (1) Verdure bollite miste (1) Verdure e bambini (1) Verdure fritte (1) Verdure marinate (1) Verdure pronte in busta (1) Vinaigrette (1) Vino Moscato (1) Vino bianco dolce (1) Vino rosè (1) Viole (1) Vitamina A (1) Vitamina C (1) Vol-au-vent (1) Workshop di cucina (1) Yogurt di capra (1) Yogurt intero (1) Zabaione salato (1) Zucca candita (1) Zucca in agrodolce (1) Zuppa di cipolle (1) Zuppa inglese (1) noci e gorgonzola (1)