Il fritto vegetale alla giapponese

1/2 bicchiere di farina bianca

1/2 bicchiere di amido di mais

sale

carote, zucchine, peperoni e carciofi

olio extra vergine d'oliva

Preparate una pastella piuttosto liquida con la farina, l'amido di mais, mezzo cucchiaino di sale e acqua molto fredda.

Mettetela in una ciotola (a sua volta contenuta in un'altra ciotola più grande in cui avrete messo dei cubetti di ghiaccio).

Scaldate l'olio per la frittura. Immergete i pezzi di verdura, tagliati a listelli, nella pastella fredda e buttateli immediatamente nell'olio caldo; quando la pastella sarà dorata scolate e asciugate su carta assorbente.

Se necessario salate in superficie.

Il segreto della leggerezza dei fritti giapponesi sta nella pastella priva di uovo e lievito e nella tecnica.

La pastella molto fredda a contatto con l'olio bollente forma istantaneamente la crosta, impedendo all'olio di entrare.

La stessa pastella può essere usata per friggere sottili listelle di pesce o di pollo, in tal caso si può sostituire l'acqua con una birra leggera, che darà più sapore al composto e lo farà lievemente lievitare.

Commenti

Clementina ha detto…
Bell'idea la provo. Vieni a trovarmi ho pubblicato un post sulla'ailimentazione giapponese! Clementina

http://clementina-wwwdolcezzeinfinite.blogspot.com/2011/03/e-nellalimentazione-lelisir-di-lunga.html
Giancarlo Fornei ha detto…
Ciao Clementina, grazie per il commento...

ho provveduto ad inserire il tuo blog nel mio blogroll, mi piaceva...

naturalmente, sentiti pure libera di linkare a tua volta Cucina Naturale...

un abbraccio