La spesa intelligente

Fare la spesa pensando alla salute?

Si può.

Con un po' di allenamento si riesce a calcolare l'equilibrio tra gli alimenti che si mettono nel carrello del supermercato.

Ma se proprio ci resta ostico, c'è chi ci dà una mano: ci ha pensato Aboca, l'azienda di Sansepolcro, specializzata in produzione di cosmetici e farmaci naturali per una vastissima gamma di esigenze.

L'idea è semplice e simpatica: una borsa, sì, proprio uno shopper dal design accattivante e allegro, pratica e funzionale perché ripiegata e chiusa con il bottone occupa pochissimo spazio, ma una volta aperta è molto capiente e comoda da portare.

E' ecocompatibile, riutilizzabile e permette di tutelare l'ambiente, riducendo la produzione di rifiuti all'orine.

Ma, soprattutto, è.........intelligente.

L'idea ha una base scientifica: la Borsa della Salute Aboca, aiuta, infatti, a ripartire la spesa rispettando le proporzioni tra i vari gruppi alimentari, per evitare il rischio di un'alimentazione squilibrata.

Così l'interno dello shopper è diviso in quattro scomparti, ognuno destinato a un grande gruppo di alimenti: il 50% conterrà verdura (il 30) e frutta (il 20) e suggerirà di seguire sempre la stagionalità dei prodotti.

Il restante metà divisa in due parti uguali: il 25% per i carboidrati (pane, pasta, riso ma anche orzo, farro e avena, con l'indicazione di prediligere quelli integrali).

L'ultimo 25%, infine, va a carico di proteine (da suddividere preferibilmente tra pesci, carni magre e legumi).

Fonte: La cucina della salute

Commenti