martedì 14 agosto 2012

Oggi parliamo di: Parmigiano Reggiano - 2° parte

Passati 2-3 giorni, il Parmigiano Reggiano, che nel frattempo ha assunto la caratteristica forma cilindrica, viene asciugato e messo in salamoia per 16-25 giorni; alla fine della salatura il formaggio è pronto per iniziare una lunga maturazione.

Esclusivamente naturale, che avviene in appositi magazzini di stagionatura a temperatura e umidità controllate.

Ci vuole almeno un anno perchè il Parmigiano Reggiano maturi, in modo lento e completamente naturale; durante questo periodo le forme vengono pulite, rivoltate, curate e sorvegliate giorno dopo giorno.

Ogni forma, che pesa mediamente 39 kg e che richiede circa 600 litri di latte, è sottoposta ai test degli esperti del Consorzio: solo quelle che dimostrano di possedere tutti i requisiti qualitativi, ricevono il bollo a fuoco che le battezza Parmigiano Reggiano.

Per ottenere un chilo di Parmigiano Reggiano servono in media 16 litri di latte e questo ne spiega l'intensità del sapore e la ricchezza nutrizionale.

Due caratteristiche enfatizzate dalla lunga stagionatura che, asciugando il formaggio, lo rende ancora più concentrato, tanto che in 30 g ci sono gli stessi nutrienti contenuti in mezzo litro di latte.

Il Parmigiano Reggiano è un alimento eccezionale: è il formaggio con il maggiore tenore di proteine (33%), con la più alta concentrazione di calcio e fosforo, con un equilibrato mix di vitamine e un valore accettabile di grassi (28,4%), grazie al fatto che viene prodotto con latte parzialmente scremato.

Articolo di Mauela Soressi
Fonte: News, dicembre 2011

Nessun commento: